Lino Banfi chi è: età, dove è nato, perché si chiama così, malattia, moglie Lucia Lagrasta, figlia Rosanna, vita privata dell’attore cult

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Ottobre 2021 15:30 | Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2021 17:50
Lino Banfi chi è: età, dove è nato, perché si chiama così, malattia, moglie Lucia Lagrasta, figlia Rosanna, vita privata dell'attore

Lino Banfi chi è: età, dove è nato, perché si chiama così, malattia, moglie Lucia Lagrasta, figlia Rosanna, vita privata dell’attore

Chi è Lino Banfi, età, altezza, vero nome, vita privata dell’attore e comico pugliese amatissimo dal pubblico italiano di ogni età. Lino Banfi è tra gli ospiti di Verissimo nella puntata di domenica 17 ottobre 2021. 

Età, vero nome, dove e quando è nato: biografia di Lino Banfi

Lino Banfi nasce ad Andria il 9 luglio 1936, sotto il segno zodiacale del Cancro e attualmente la sua età è di 84 anni. La sua altezza è di 1,65 metri. La città d’origine potrebbe sorprendere, visto che i suoi personaggi spesso dichiarano di venire da Canosa di Puglia. Ed effettivamente proprio a Canosa si è trasferito con la famiglia all’età di 3 anni. 

Il suo vero nome è Pasqualino Maria Zagaria. Ha infatti iniziato la sua carriera da cabarettista con il nome di Lino Zaga, un diminutivo del suo vero nome (Lino da Pasqualino) e del suo vero cognome Zagaria.

Fu Totò a spingerlo a cambiare: diceva che nel mondo dello spettacolo portasse fortuna accorciare i nomi, ma portasse invece sfortuna accorciare i cognomi. Il suo impresario scelse allora un nuovo cognome, prendendo il primo nominativo dal registro di classe dei suoi alunni, ovvero Aureliano Banfi.

Il nome Pasquale Zagaria ricorre anche in alcuni dei suoi film. Per esempio in Vieni Avanti Cretino c’è la scena mitica del prete compaesano che lo riconosce: “Pasquale Zagaria, il figlio di Riccardo”. Il successivo dialogo in dialetto viene sottotitolato in arabo.

Dal seminario agli esordi: la carriera di Lino Banfi

Lino Banfi viene da una famiglia molto cattolica. Talmente credente da mandarlo in seminario. Ma il giovane Pasquale comincia a esibirsi nelle feste del paese: fu proprio il Vescovo a suggerirgli la carriera di attore comico, visto che quando si esibiva in chiesa faceva ridere tutti.

La famiglia però non credeva che quello di attore fosse un lavoro. Il giovane Lino ha attraversato una serie di disavventure che lo hanno portato anche a essere vittima degli strozzini o a dormire nelle stazioni. Nel 1955 arrivò addirittura a fingersi malato per essere operato alle tonsille, solo per poter dormire al caldo in ospedale.

Nel 1954 tenta l’avventura nel teatro di varietà di Milano dopo essere entrato nella compagnia di Arturo Vetrani. E’ qui che costruisce la sua comicità, basata sul dialetto e sulla parlata buffa.

Figlia Rosanna Banfi, moglie Lucia Lagrasta: la vita privata di Lino Banfi

Lino Banfi si è sposato il 1 marzo 1962, dopo 10 anni di fidanzamento: sua moglie è Lucia Lagrasta. La coppia ha avuto due figli, Walter Zagaria e Rosanna Zagaria. Quest’ultima, anche lei attrice, ha recitato molto spesso al fianco del padre, sia nel cinema che in televisione. E dal padre ha preso anche il nome d’arte di Rosanna Banfi.

Lino Banfi ha due nipoti, entrambi figli di Rosanna. Purtroppo la moglie Lucia soffre della malattia del Morbo di Alzheimer. In un’intervista a Vanity Fair l’attore ha raccontato: “Un po’ di tempo fa mi ha chiesto: E se un giorno non ti dovessi più riconoscere?. Gli ho risposto stringendola: Vorrà dire che ci presenteremo di nuovo”.

Anche Rosanna Banfi ha avuto una brutta malattia. Nel 2009 ha scoperto di avere un tumore al seno. Fortunatamente l’ha scoperto in tempo ed è riuscita a vincere il cancro con operazioni e chemioterapia.

Da Oronzo Canà a Nonno Libero: i film di Lino Banfi

Condensare in poche righe una carriera che ha attraversato diversi decenni è assai arduo. La filmografia completa di Lino Banfi è tuttavia disponibile sulla sua pagina Wikipedia

Tra i film cult vanno citati sicuramente L’allenatore nel pallone (col personaggio di Oronzo Canà), Vieni avanti cretino, Fracchia la belva umana, Il commissario Lo Gatto e Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio. Film che sono diventati veri e propri cult per intere generazioni di italiani.

A livello televisivo, l’interpretazione più fortunata è stata senza dubbio quella di Un Medico in Famiglia. Il personaggio di Nonno Libero ha fornito ai telespettatori italiani una figura saggia, seppur sempre ironica e scanzonata.

Lino Banfi, il ristorante

Lino Banfi si è trasferito a Roma da molti anni, infatti tifa anche per la squadra giallorossa. Attualmente gestisce insieme ai figli un ristorante, Orecchietteria Banfi, nelle vicinanze di Piazza Cavour, nel quartiere Prati.