Live Non è la D’Urso, Luigi Mario Favoloso: “Mai picchiato Nina Moric”. Padre: “Lei maltrattava lui”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Gennaio 2020 8:47 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2020 8:48
Luigi Mario Favoloso: Mai picchiato Nina Moric. Padre: Lei maltrattava lui

Luigi Mario Favoloso ospite di Barbara D’Urso a Live Non è la D’Urso

ROMA – Luigi Mario Favoloso torna in televisione nel salotto di Live Non è la D’Urso e racconta la sua verità sulla denuncia di maltrattamenti della ex compagna Nina Moric. L’ex concorrente del Grande Fratello a Barbara D’Urso spiega: “Non l’ho mai picchiata, sono tornato per difendermi”. E solo poche ore prima, a Domenica Live, il padre Michele Favoloso diceva a Barbara D’Urso: “Era Nina che maltrattava Luigi, lei non mi è mai piaciuta”.

Favoloso ha raccontato alla D’Urso di essere scappato senza dire nulla a nessuno, senza portare con sé carte di credito o telefono cellulare, perché sconvolto da qualcosa della Moric che aveva scoperto: “Le date sono importanti. Il 19- 20 dicembre scopro una cosa terrificante, ho scoperto di aver perso la mia famiglia, perché Nina e Carlos erano la mia famiglia, ho perso un’amicizia. In un messaggio mandato a Nina, da parte di un mio amico, c’era scritto “ci siamo amati”. Ho perso in un attimo anche una somma importante di soldi, perché c’era il progetto di investire in Africa. Ho perso tutto e volevo andare via, non volevo sapere più nulla di nessuno”.

Il modello ha anche ammesso di essersi fatto fotografare da Chi durante uno dei suoi viaggia perché aveva bisogno di soldi e ha aggredito la madre, che più volte in televisione aveva pianto la sua scomparsa: “Mia madre ha simulato in diretta di aver avuto una mail da parte mia, in diretta da Federica Panicucci, quando gliela avevo inviata due giorni prima. Non la perdonerò per questo, è stato un errore da parte sua, non avrebbe dovuto farlo. Non capisco perché l’abbia fatto, spiegamelo tu. Io non sapevo niente della denuncia di scomparsa, come facevo a saperlo? Quando ha saputo che stava succedendo sono entrato in un internet caffè e ho scritto a mia madre e lei ha ritirato la denuncia”.

Se è tornato in Italia, però, è solo per difendersi dalla denuncia di maltrattamenti depositata dalla Moric nei confronti suoi e del figlio Carlos: “No ho mai dato uno schiaffo, un pugno, un calcio a Nina. Tutto si può spiegare, le date sono importanti, io posso spiegarti tutto, in questi anni ho vissuto dei momenti in cui ho dovuto cercare di salvare Nina da sé stessa, non le ho mai fatto del male. La verità è che Nina non può accettare il fatto che io l’abbia lasciata, vuole continuare questa relazione malata, anche in tribunale, è un modo per non lasciarmi andare. Se non ci fosse stata questa denuncia io non sarei mai tornato”.

Nel pomeriggio a Domenica Live, anche il padre si era lasciato andare a diversi racconti sulla vita di coppia del figlio e di Nina prima che la loro storia finisse: “Con mio figlio c’è sempre stato un dialogo quotidiano, se c’è stata qualche colluttazione con Carlos, è avvenuta per evitare situazioni peggiori. Conosco esattamente come sono passati quei 15/20 giorni di ottobre. Io non so se lui vorrà dirlo, io glielo sconsiglio, quelle cose vanno dette nei posti giusti. La presunta violenza sul figlio è accaduta a fine ottobre ma prima di quella presunta violenza ci sono stati dei giorni particolari ce spiegano tutto”.

Anzi, secondo Favoloso è stato spesso il figlio Luigi a subire atteggiamenti violenti dalla modella e showgirl, anche se ha ammesso di non avere mai avuto la conferma dal diretto interessato: “Nel 2016 Luigi è venuto a casa, aveva un taglio sulla mano, ho pensato subito a Nina, lui ha detto che si era tagliato da solo. Noi abbiamo vissuto con loro, non sono mai stati una coppia violenta. Sarà accaduto un episodio, non è violenza reiterata. Nina Moric non mi è mai piaciuta, è un personaggio inaffidabile lo dimostra la sua storia televisiva, anche nella storia giudiziaria ha fatto tante denunce a vuoto. Basta andare nella sua casa per capire che personaggio è”.

E aggiunge: “Ci sono voci che dicono il contrario, mi è stato detto che lui è stato ferito da lei con un coltello. È lui la vittima, è lui che lo prende, non lo dice perché è ancora innamorato di lei. Racconto di queste voci perché hanno confermato i miei sospetti. I cinque anni della loro storia sono stati un inferno per me. Non posso dire che quel taglio lo abbia fatto Nina al 100% ma ci sono tante cose e voci che ci portano a dubitare delle accuse di violenza mosse da Nina. Uno spintone non è violenza”. (Fonte Mediaset)

In questo articolo parliamo anche di: