Lorenzo Crespi, tweet inquietante: “Io morirò. Ma ho la casa piena di telecamere”

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 27 febbraio 2019 15:52 | Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2019 16:07
lorenzo crespi twitter

Lorenzo Crespi, il tweet inquietante

ROMA – L’attore Lorenzo Crespi sta pubblicando da giorni alcuni tweet scioccanti. L’attore da tempo malati ai polmoni si sfoga dicendo di aver ricevuto delle minacce. Temendo il peggio, Crespi racconta di aver riempito la sua casa di telecamere, in modo che “tutti sappiano la verità”.

Mesi fa aveva deciso di abbandonare Domenica Live, nonostante Barbara D’Urso fosse stata una delle poche ad avergli concesso spazio negli ultimi tempi. Crespi, da quel momento in poi era piombato nel silenzio. I fan però, ora non nascondono la loro preoccupazione. Sui social l’attore continua infatti a postare frasi inquietanti. Tra queste, nei giorni scorsi è apparsa una “Io morirò”. Crespi l’avrebbe scritta perché dice di sapere chi sono i suoi aguzzini, gli stessi che nel 2007 gli hanno fatto trovare dei proiettili in casa.  

E ancora: “È inutile che mi fai chiamare dai tuoi amici giornalisti…fai l’uomo…chiedi scusa pubblicamente alla mia famiglia per quelle telefonate che hai fatto tempo fa..di me non mi importa nulla…ma chiedi scusa a mia madre..e io mi dimentico tutto”.

Sempre su Twitter, Crespi scrive: ” Mi ritiro per sempre dal mondo dello spettacolo…..per il pubblico che ho sempre amato…a giorni scriverò una lettera tutta dedicata a voi….con amore..Lorenzo Crespi”. 

Nel marzo del 2018, Crespi aveva lanciato il suo grido d’alllarme attraverso i social: “Sto per morire” aveva scritto descrivendo le sue condizioni di assoluta indigenza e di malattia.

Una carriera iniziata a 24 anni, Lorenzo Crespi ha recitato in film e fiction televisive di successo. Nel 2014 una malattia ai polmoni lo blocca. Da quel momento, Lorenzo racconta di aver iniziato delle cure. Pur essendo stato da “medici bravissimi”, spiega Crespi, alcune persone fin da subito si sarebbero accanite contro di lui. 

Sempre nel 2018 aveva raccontato: “Una signora mi aveva affittato casa e me l’ha tolta perché ha letto che non ho soldi, non è così. Mi hanno tagliato le utenze perché la casa non è intestata a me. La casa in cui vivo è stata affittata da una società collegata alla Rai, il patto tra di noi era che l’avrei resa disponibile per delle riprese. A dicembre-gennaio mi ha chiamato un avvocato che mi ha detto che avevo uno sfratto esecutivo, perché questa società non pagava da agosto. Venerdì sera, prima delle elezioni, mi hanno staccato le utenze alle dieci di sera. Si tratta di una truffa inaudita. Io sono malato, non povero, mi hanno messo in trappola per umiliarmi e farmi andare via da Roma. Non mi lascio andare per i miei colleghi, che si sono lasciati andare, per Luigi Tenco e Mia Martini, non mi farò distruggere dalla stampa schifosa”

Tutto cominciò, l’attore aveva raccontato, quando ricevette una minaccia, “una busta con due proiettili”. La busta lo costrinse a lasciare il set di “Gente di Mare”. Da quel momento, secondo quanto racconta Crespi, iniziò il suo declino professionale. 

Fonte: Twitter