Lory Del Santo: “Concessa dopo uno schiaffo, ho detto sì per uscirne illesa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Giugno 2019 9:56 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2019 9:56
Lory Del Santo: Concessa dopo schiaffo per uscirne illesa

Lory Del Santo: “Concessa dopo uno schiaffo, ho detto sì per uscirne illesa”

ROMA – Lory Del Santo in una intervista a I Lunatici in onda su Rai Radio2 parla delle sue relazioni e dei suoi flirt. Tra questi anche un uomo a Londra che le diede uno schiaffo: “Mi sono concessa pur di uscire illesa”, ha detto la showgirl.

La Del Santo ha rivelato a Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio le sue esperienze: “L’amore estivo più bello? Quando ho conosciuto un arabo con una barca grandissima. E’ stata un’estate speciale, ho conosciuto una persona speciale, mi ha ospitato in una barca eccezionale, io ero giovanissima, avevo vent’anni”.

Poi ancora: “Ero a Parigi, facevo la modella, ho conosciuto in discoteca che mi ha invitato in Costa Azzurra, in una villa meravigliosa, con una piscina oceanica.  Non avevo neanche le valige. E’ stata l’estate più avventurosa della mia vita. Io sono sempre stata una avventuriera, ho sempre cercato di fare cose sicure, ma le disgrazie possono capitarti anche dentro a una cassaforte”.

Non sono mancate però la fregatura: “Una sera a Londra ho incontrato l’amico di una mia amica. L’avevo conosciuto la sera precedente, lasciamo perdere, è andata a finire male, è stata una delle cose più drammatiche della mia vita. Gli uomini purtroppo sono molto maiali e un po’ violenti talvolta, mi ha dato uno schiaffo sulla faccia, io ho capito che era meglio dirgli di sì piuttosto che provare a dire di no e avere qualche dramma successivo”.

E aggiunge: “Ci sta che nella vita tutto non sia perfetto sempre. Mi sono concessa a lui pur di uscirne illesa. Io mi ero rifiutata di salire nella sua stanza in Hotel, lui mi convinse a salire con una scusa. Ho pensato che non potesse mai succedermi nulla in un hotel. Fosse stata una casa privata non sarei mai salita. Non mi ha fatto uscire dalla stanza tutta la notte. Per lo schiaffo mi si è gonfiata la guancia. Non l’ho mai denunciato perché ho paura delle vendette. Ho preferito dimenticare.”

Lory Del Santo, poi, è tornata a parlare del suo incontro con Roberto Mancini: “Il primo approccio tra di noi? L’ho incontrato a una festa a Torino, lui stava con Vialli. Loro due facevano tutto in coppia. Io abitavo a Milano, non potevo tornare a casa, era troppo tardi. Mancini ha cercato di sedurmi, ci è riuscito e non me ne pento. E’ stato dolcissimo, delicatissimo, mi è piaciuto. E’ un bel ricordo”.

Sul caso di Pamela Prati e Mark Caltagirone: “Secondo me è stata una cosa architettata per prendere dei soldi dalla tv. Erano tre cervelli pensanti per fare più soldi possibile e far durare il più possibile la storia. Quando c’è bisogno di soldi l’inventiva e la furbizia aumentano”.

Su Morgan, sfrattato da casa: “Una donna che non riceve nessun soldo per il mantenimento della figlia ha le ragioni per rivalersi. Anche a me è capitato un ex che non mi dava niente per mantenere nostro figlio. Lui andava in giro in Rolls Royce ma non aveva niente di intestato. Le donne hanno ragione, se gli uomini fanno figli e poi se ne fregano è giusto che abbiano qualche problema.  Morgan doveva pensarci prima a questa faccenda, non ha senso urlare ora. Certo, perdere casa è un bel colpo, ma i problemi bisogna risolverli prima, non prendersela con Vasco Rossi che non gli ha dato una mano”.

In chiusura Lory Del Santo ha parlato anche di Salvini: “L’ho incontrato e mi è piaciuto. E’ burroso, è un uomo che dà sicurezza. Una donna ha bisogno di queste cose, se ti dà un appuntamento sei sicura che verrà all’appuntamento. Non è l’uomo arpia, tutto tirato, che ti fa sentire in forse”.