Luciano Casamonica in tv. Mario Giordano come Vespa, Antimafia e Raggi all’attacco

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Dicembre 2019 12:19 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2019 12:19
Luciano Casamonica ospite in tv di Mario Giordano. E' bufera come con Vespa

I Casamonica ospiti di Bruno Vespa a Porta a Porta (Foto d’archivio)

ROMA – Luciano Casamonica va in tv e scoppia la polemica. Proprio come quando Bruno Vespa offrì il proprio salotto televisivo ai figli del capoclan Vittorio, i cui funerali-show a Roma suscitarono non poca indignazione. Questa volta a finire nel mirino è la trasmissione di Mario Giordano “Fuori dal Coro, in onda su Rete4, dove l’esponente della famiglia sinti dovrebbe fare la sua apparizione nella puntata che andrà in onda questa sera, 4 dicembre.

Si parlerà, si legge sul sito di Mediaset, della richiesta di “risarcimento dei Casamonica allo Stato italiano per i terreni e le case sequestrate e demolite e se ne discuterà in studio con Rita Dalla Chiesa, Luciano Casamonica e altri appartenenti al clan”.

Il primo a sollevare la questione è stato il senatore 5 Stelle Nicola Morra che è anche presidente della Commissione parlamentare Anfimafia. “Ospitare personaggi come Luciano Casamonica in Tv è grave – ha detto – contrario al senso di legalità che dovremmo avere a cuore tutti. È incomprensibile il perché si debba dare voce a chi ha saccheggiato, sfruttato un’intera città, agendo con violenza e prevaricazione. Voglio stigmatizzare questa comparsata che, se anche con le migliori intenzioni, non spiega la presenza di tale soggetto se non per meri motivi di share”.

Per Morra non ci sono ragioni di share o di cronaca che giustificano tale scelta. “Ho sempre difeso il diritto all’informazione e quindi mi auguro che vengano poste le giuste domande, che ci sia un reale contraddittorio, ma soprattutto la voce delle vittime – sottolinea Morra – I Casamonica sono esponenti criminali, invitare i loro parenti che invece di dissociarsi li difendono, anzi chiedono i danni al comune di Roma per l’abbattimento delle loro ville abusive, significa abbassare pericolosamente la guardia. Non si può accettare che la mafia sia avanspettacolo”.

Parole alle quali la sindaca di Roma Virginia Raggi si associa, ringraziandolo: “Ospitare in tv un membro della famiglia Casamonica è una vergogna – ha tuonato su Twitter – Ringrazio il presidente della commissione antimafia Nicola Morra per le sue parole. Le istituzioni unite a testa alta nella loro battaglia per la legalità. Fuori La Mafia Da Roma”.

Le fa eco, con un post su Facebook, il capogruppo M5s in Campidoglio Giuliano Pacetti. ”È gravissimo che un esponente della famiglia Casamonica venga invitato in televisione. Non si può dare spazio a una persona imparentata con un clan di cui tutti conoscono la storia. Stasera ci auguriamo che almeno la realtà non venga distorta e che venga dato il giusto spazio al racconto di quanto è accaduto. Grazie al lavoro dell’amministrazione e del Municipio VII dopo trent’anni la sindaca Virginia Raggi è stata il primo sindaco ad avere il coraggio di abbattere le ville abusive dei Casamonica. Da quel giorno vive sotto scorta. C’era davvero bisogno di invitare Luciano Casamonica in tv e dargli tanta visibilità?”. Dopo Vespa si può e stavolta non è nemmeno sulla tv pubblica.

Fonte: Adnkronos, Ansa