Luigi Di Maio prossimo ospite di Michelle Hunziker a Vuoi Scommettere?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 giugno 2018 13:00 | Ultimo aggiornamento: 6 giugno 2018 13:00
Luigi Di Maio ospite a Vuoi Scommettere? di Michelle Hunziker

Luigi Di Maio prossimo ospite di Michelle Hunziker a Vuoi Scommettere?

ROMA – Anche Luigi Di Maio sarà ospite di Michelle Hunziker nel programma Vuoi scommettere? di Canale 5. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] La puntata andrà in onda giovedì 7 giugno e anche il vicepremier e neo ministro del Lavoro sarà presente in studio per raccogliere la sfida lanciata dalla Hunziker.

Oltre a Di Maio, in studio ci saranno anche Rossella Brescia, Stefano De Martino, Federica Panicucci, Andrea Pucci, Annalisa Scarrone, Gerry Scotti e Javier Zanetti pronti a raccogliere nuove sfide durante il game show. Il sito Today scrive:

“Sfide ai limiti del possibile: c’è chi scommette che potrà sostenere per 2 minuti – con la sola forza delle braccia – un ponte sul quale passerà ripetutamente un’intera fanfara di bersaglieri marciando e suonando, e chi – vestito di sola biancheria intima – è pronto a camminare lungo una slackline di 10 metri, riuscendo a raccogliere e indossare 10 indumenti fino a terminare il percorso. E ancora: l’impresa in esterna che vede tre concorrenti sputare fuoco su una pentola sospesa a 2 metri d’altezza, con l’obiettivo di far cuocere popcorn sufficienti a riempire un contenitore posto alla base della struttura.

In caso di scommessa persa, per gli ospiti ci sarà la consueta penitenza, mentre alla miglior sfida della serata, votata tra tutte dal pubblico del Teatro 5 di Cinecittà, andranno 10.000 euro in gettoni d’oro. Questa settimana Michelle Hunziker incontra Luigi Di Maio e prosegue, così, nel suo intento di far sottoscrivere ai quattro principali leader politici una lettera con la quale si impegneranno a sostenere in Parlamento la proposta di legge “Codice Rosso”. L’obiettivo è quello di dare priorità assoluta alle denunce di violenza sulle donne”.