Mara Venier a Barbara D’Urso: “Viene ospite a Domenica In e io vengo da te”. E su Salvini….

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 gennaio 2019 0:26 | Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2019 0:29
Mara Venier Domenica In

Mara Venier a Barbara D’Urso: “Viene ospite a Domenica In e io vengo da te”. E su Salvini…. (foto Ansa)

ROMA – Mara Venier ospite di Un Giorno da Pecora. La conduttrice di Domenica In gioca in contropiede ed invita la rivale Barbara d’Urso a Domenica in: “Invitare Barbara D’Urso a ‘Domenica In’? E’ una bella idea, sarebbe bellissimo, e perché no? Barbara, vieni ospite da me, e poi verrò io da te. Sarebbe carino uno scambio, faccio questa proposta: tra donne bisogna essere solidali”.

Mara Venier dimostrerebbe in questo modo di non aver affatto rotto l’amicizia che ha da molti anni con la collega. Intervistata da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, la signora della domenica di Rai spiega che per via della presunta competizione, lei avrebbe smesso di essere Mara per trasformarsi nella “competitor”. Mara si augura “che un programma non possa rompere l’amicizia. Se si è rotta [con la D’Urso] vuol dire che non era vera amicizia. Tra donne poi, ci dovrebbe essere sempre una bella solidarietà”.

Ce la farebbe a stare in tv tutti i giorni come lei? “No, non ce la farei, ma è la più brava. Barbara è bravissima, la numero 1, ho una grande stima di lei”. Mara Venier, sempre ad Un Giorno da Pecora, aveva detto di aver chiuso con la tv. Poi è però arrivata l’offerta di Domenica In al posto delle tanto discusse sorelle Parodi: “Non pensavo che la Rai mi avrebbe richiamato. Questa per me rappresentava una rivincita soprattutto con me stessa. Mi avevano allontanata dicendomi chiaramente che ero da rottamare. Che io ero ormai vecchia, una cosa che mi ha ferito molto, per cui sono stata male. Ma non ho dato soddisfazione a nessuno. Ci vuole un’educazione, un’eleganza anche nel modo di salutare una signora”.

La Venier spiega chi sono le persone che le avevano detto che era da rottamare: “Persone che ora non ci sono più. Non mi dissero neanche grazie. Il direttore di rete di allora mi disse: ‘Domenica In’ non si fa più, ci vediamo tra una settimana. E non l’ho mai più visto. Dedico a loro il successo di questi primi mesi di Domenica In”.

A proposito del poter fare la trasmissione anche l’anno prossimo, Mara Venier spiega: “Non lo so, a maggio finirà questa edizione, ho un contratto con la Rai per un anno, e si concluderà a maggio. Per ora nessuno mi ha proposto nulla. Il mio non è un ‘no e penso che dopo Sanremo parleremo del futuro. Certo, ‘Domenica In’ è andato molto bene”.

Capitolo Sanremo. Mara Venier spiega che a lei non piacerebbe condurlo: “Ma io non sono da conduzione in piedi, io funziono seduta, a fare le interviste, nel salotto. E poi alla mia età mi metterebbe un’ansia che non so se riuscirei a sopportare. Però feci un Dopofestival con Baudo e D’Agostino: mi divertì molto”.

Mara Venier risponde poi ad una domanda sui migranti: “Non vorrei entrare in qualcosa più grande di me, ma penso bisogna mettere anche dei paletti. I migranti vanno accolti, ci deve esser però la collaborazione di tutta Europa, non può esser soltanto l’Italia”. Su questo punto ha quindi ragione Matteo Salvini, chiedono i conduttori. E la Venier risponde: “Secondo me ha perfettamente ragione Salvini”. Li accogliamo, quindi, e poi li ‘dividiamo’ tra gli Stati. “Dividiamoli. O altrimenti si possono dividere anche prima che arrivino qui. Ci deve essere una collaborazione da parte di tutta Europa”.

Sul premier Conte, Mara Venier ha le idee chiare: “Lui è un signore e anche un bell’uomo, molto elegante”. Sull’estetica però vince Salvini che “è più sanguigno, uno che ‘fa sangue’”.

Le “fa sangue” Salvini, chiedono i conduttori. Mara Venier risponde di sì e spiega perché Salvini ha tanto successo: “Parla con la pancia e arriva alla pancia con le persone. Alle donne secondo me piace perché è ‘godereccio’: pubblica foto mentre fa l’amatriciana, o mangia la Nutella”.

Silvio Berlusconi, invece, si candiderà alle europee: “Si, ho sentito – dice ancora la Venier a Un Giorno da Pecora -, è giusto, perché non dargli un’altra possibilità? Ad uno con la personalità ed il carattere di Berlusconi fa male non fare nulla, lui deve fare qualcosa”.

Nelle scorse ore ha intanto parlato anche Barbara D’Urso. In un’intervista a Leggo, la conduttrice di Domenica Live e Pomeriggio Cinque ha spiegato di non avere nessuna inamicizia, prendendo anche lei le distanze da quanti hanno sempre pensato che fosse in guerra con Mara.

Dunque le è stato chiesto se si potrà mai verificare la possibilità che Barbara sostituisca Mara Venier a Domenica In. La D’Urso non ci ha pensato due volte e ha risposto: “A Mediaset non mi farebbero mai andare in Rai. Mi tengono incatenata. Sono felicemente incatenata”. Allo stesso tempo però, la D’Urso ha ammesso di desiderare di salire sul palco di Sanremo almeno per un giorno, magari proprio in questa edizione che vede Baglioni come direttore artistico, cantante molto stimato dalla D’Urso.