Marco Pantani fu incastrato? Il giallo del doping e dell’ematocrito a Le Iene

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 febbraio 2018 12:24 | Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2018 12:24
marco pantani le iene

“Come hanno incastrato Marco Pantani”, il servizio de Le Iene

ROMA – Le Iene, nel giorno del 14esimo anniversario della morte di Marco Pantani, hanno rivelato “come è stato incastrato Pantani all’antidoping a Madonna di Campiglio” durante il Giro d’Italia del 1999.

Quando Pantani era in maglia rosa ed era ad appena due giorni dalla vittoria nella corsa a tappe, gli fu infatti riscontrato un valore di ematocrito superiore al 50%, e scattò la squalifica: il controllo fu fatto dall’equipe dell’ospedale Sant’Anna, certificata dall’Uci e capeggiata da Eugenio Sala.

Le Iene attaccano quell’analisi e la procedura utilizzata: Pantani, secondo il suo massaggiatore (intervistato nel servizio), si era fatto un auto-controllo nella sua camera d’albergo la sera prima, e il valore di ematocrito era 48. Sei ore dopo la squalifica, un altro controllo in ospedale a Imola: il valore era sempre 48. Le Iene hanno provato a rintracciare i tre medici dell’equipe, compreso il dottor Sala, che però non ha voluto rilasciare dichiarazioni. Gli altri due medici hanno invece respinto ogni sospetto.

Un medico di Milano però ha spiegato come sia possibile alterare una provetta di sangue appena prelevato: si può fare, in maniera anche abbastanza veloce, per avere valori differenti. Da qui la denuncia del servizio: resta da capire perché il ciclista romagnolo sia stato “incastrato”, rovinando la sua carriera e la sua vita, fino a quel tragico epilogo in una stanza d’hotel a Rimini il 14 febbraio del 2004.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other