Marco Racca (CasaPound) usa la foto di Alba Parietti per la campagna elettorale. Lei: “La denuncio”

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 maggio 2019 12:48 | Ultimo aggiornamento: 6 maggio 2019 12:51
Marco Racca (CasaPound) usa la foto di Alba Parietti per la campagna elettorale. Lei: "La denuncio"

Marco Racca (CasaPound) usa la foto di Alba Parietti per la campagna elettorale. Lei: “La denuncio”

ROMA – Anche Alba Parietti finisce, contro la sua volontà, in campagna elettorale. A farcela finire è Marco Racca, candidato alle prossime elezioni europee con Casa Pound, che ha usato una foto della showgirl con la scritta “Lei non voterà così” per un proprio meme elettorale.

Il riferimento di Racca è alle prese di posizione della Parietti, che non ha mai nascosto di avere simpatie di sinistra. E che subito ha criticato quell’uso della sua immagine.  “Non mi pento affatto di aver difeso il valore dell’antifascismo e se lei non leva la mia faccia dal suo schifosissimo post elettorale la querelo per diffamazione, per falso e mistificazione. Lei mi fa vomitare”.

Ma Racca ha replicato: “Oltre alla storia, sarebbe meglio che studi anche la diffamazione, non ho mica detto nulla di falso… A meno che non mi vota, ovviamente, se mi vota effettivamente l’ho diffamata. Si faccia una risata, Alba, ce ne ha già fatte fare tante da bravissima attrice e altrettante da opinionista storica e politica”.

Parietti, però, non è rimasta zitta: “O lei leva questa schifezza di manifesto elettorale usando la mia faccia o io uso la sua e le faccio passare la voglia di fare lo spiritoso. La denuncio. Lei sta facendo un abuso vergognoso”.

La showgirl si è anche abbandonata ad un lungo sfogo su Instagram: “Io ho paura. Ho paura di questi abusi, di questo modo di mettere alla gogna per il proprio elettorato, sbeffeggiando , mortificando e mistificando. Io ho paura lo dico senza avere più paura di dirlo. Ho paura per la mia incolumità – ha scritto sui social -. Ho paura oramai di esprimere un opinione da persona libera. Ho paura fisica , ho paura per i miei affetti. E ancora di più mi fa paura e mi ferisce l’indifferenza dei partiti politici tutti e istituzioni, che davanti a questo genere di vessazioni, che a me risultano intimidatorie perché mettono la condizione ideale per istigare violenza verbale e anche peggio, visti i tempi , la violenza che vediamo ogni giorno, per chi ha il coraggio di avere un libero pensiero. Io sono amareggiata ,non tanto per gli insulti continui ,di chi non accetta che io possa esprimere un pensiero libero per difendere la storia, la costituzione che lo sancisce, ma per l’indifferenza di chi dovrebbe difendere una donna sola , senza padrini e padroni che si vede insultare, vessare deridere senza essere mai difesa da nessuno di autorevole , nonostante non abbia offeso nessuno ma difeso i diritti di tutti .E quindi avrebbe diritto a una difesa . Doverosa perché questi sono soprusi inaccettabili e io ho paura. Si ho paura. Ma oramai Si può fare tutto nessuno interviene mai se non quando accade l’irreparabile.se avessi parlato di cazzate o pettegolezzi pruriginosi , ci sarebbero stati i siti web pieni. Vedo tra l’altro che le cose serie che riguardano la libertà di tutti non interessano a nessuno. Come devo considerarla indifferenza o paura.Diffido comunque chiunque a usare il mio volto per campagne elettorali e campagne di odio e diffamazione .Lo stato deve proteggere , nessuno si fa carico del problema. Io non me la sento più di combattere sola e senza tutele”. (Fonte: Instagram, Corriere della Sera)