Maria Teresa Ruta: “Dimenticai i miei figli all’autogrill e…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Ottobre 2019 12:23 | Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre 2019 12:23
Mattino 5, Maria Teresa Ruta

Maria Teresa Ruta nello studio di Mattino 5

ROMA – Maria Teresa Ruta, ospite di Mattino 5, ha parlato dei suoi momenti più bui e complicati come quando si dimenticò i figli in autogrill:

“Ero all’apice della mia notorietà – racconta -. Entro in autogrill e mi chiedono: Signora Ruta facciamo una fotografia?. Allora io mi distraggo, faccio le fotografie e le ragazze dell’autogrill si occupano di Guenda e Gianamedeo…”.

“Io – continua – faccio le foto e, siccome non sempre penso, mi avvio verso la macchina, metto in moto e parto – ha aggiunto – . Ad un certo punto, una macchina suona ed erano le ragazze dell’autogrill che mi avevano riportato Guenda e Gianamedeo”.

“Ma eravamo abituati! A scuola mi hanno dimenticato un sacco di volte – è intervenuta la figlia della Ruta nel tentativo di sdrammatizzare – . Io ho dei ricordi di me come di una bambina molto paziente che aspettava nell’atrio della scuola pensando: Prima o poi arriveranno”.

Già qualche settimana fa, ospite di Storie Italiane, la Ruta aveva parlato del suo rapporto difficile con i figli.

“Io – aveva raccontato Maria Teresa Ruta – ho un grande rimorso sulla quantità del tempo. Ad esempio Gian Amedeo (l’altro figlio di Maria Teresa Ruta, ndr) non mi chiama mamma, ma mi chiama madre. E’ un ragazzo chiuso ed è difficile parlare con lui. Tornando indietro farei delle scelte diverse anche se sono stata fortunata e sono felice per i figli che ho. Sono stata incosciente e leggera da un certo punto di vista. Ero presente a Natale, il primo giorno di scuola o al saggio di danza. Invece avrei dovuto essere presente tutti i giorni”.

Fonte: Storie Italiane, Mattino 5.