Mario Cerciello Rega, Luigi Pelazza: “Ho perso un amico”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Luglio 2019 15:27 | Ultimo aggiornamento: 27 Luglio 2019 15:27
Mario Cerciello Rega, Luigi Pelazza

Luigi Pelazza

ROMA – Luigi Pelazza de Le Iene, in un  video sul sito di Mediaset, ricorda il vice brigadiere ucciso nella notte a Roma. Pelazza aveva conosciuto Mario Cerciello Rega durante un servizio sulla “banda dei Rolex”, quando aveva arrestato un truffatore. “Ho perso un amico, uno di quei tantissimi carabinieri che rischiano ogni giorno la vita per rendere un po’ più sicura la nostra”.

“Mario era un napoletano simpatico e bonaccione con cui ti fa piacere passare dei momenti assieme”, ricorda Pelazza. “Anche nell’occasione del nostro servizio sulla banda dei Rolex, Mario e i suoi colleghi non si sono risparmiati, si sono subito prodigati, hanno cercato queste persone, le hanno trovate e assicurate alla legge. Speriamo, caro Mario, che il tuo sacrificio non sia stato inutile. Deve cambiare qualcosa“.

Sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto per tentata estorsione e omicidio aggravato in concorso i due giovani americani fermati ieri sera per la morte del vice brigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega. Si tratta di due giovani statunitensi turisti nella Capitale. Ora si trovano a Regina Coeli a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Si tratta di Lee Elder Finnegan di 19 anni – l’esecutore – e Gabriel Christian Natale Hjorth di 18 anni, entrambi californiani e in vacanza nella Capitale. Sono stati rintracciati dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma all’interno di un albergo romano già pronti per lasciare il territorio nazionale. Nella notte i carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno eseguito nei loro confronti un decreto di fermo emesso dalla locale Procura di Roma per omicidio aggravato in concorso e tentata estorsione. Interrogati a lungo in caserma dai carabinieri, sotto la direzione dei magistrati della Procura di Roma, davanti “a prove schiaccianti” avrebbero ammesso le proprie responsabilità. (Fonte Le Iene).