Botta e risposta tra Masi e Grasso dopo la telefonata a L’Isola dei Famosi

Pubblicato il 17 Febbraio 2011 10:25 | Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio 2011 10:26

Mauro Masi

Botta e risposta tra il direttore generale della Rai, Mauro Masi, e il giornalista del Corriere della Sera Aldo Grasso. Masi scrive una lettera al quotidiano per replicare al commento ironico di Grasso, dopo la telefonata di Masi a L’Isola dei Famosi.

Questo il testo della lettera di Masi:

Ho già espresso in più occasioni la stima e il rispetto che nutro nei confronti di Aldo Grasso, ma questa volta sono in totale disaccordo con il suo commento sull’Isola dei famosi. Non perché mi riguarda personalmente, ma perché – a mio avviso – è ingiustificatamente miope. La telefonata che ho fatto in diretta a Simona Ventura, peraltro durata meno di un minuto, è stata dettata da due motivi:

1) da una ovvia cortesia aziendale sollecitata in questo caso, nella mia visione, da una serie di attacchi ingiusti e faziosi ricevuti a priori dalla conduttrice del programma per le scelte fatte

2) per evidenziare le procedure della Rai in tema di trasparenza del televoto; tema particolarmente delicato, in quanto al centro di polemiche anche per quanto riguarda il Festival di Sanremo; il mio intervento si era reso infatti obbligatorio – e sottolineo obbligatorio – da un provvedimento dell’Autorità Antitrust comunicatoci formalmente pochi minuti prima dell’inizio della trasmissione e chiaramente evidenziato dalle agenzie di stampa nella stessa serata e il giorno successivo.

Aldo Grasso ha subito replicato: “Gentile dottor Masi, spero che lei si renda conto che, grazie alla sua telefonata, L’isola dei famosi è la prima trasmissione a ricevere in diretta la benedizione della direzione generale. Il servizio pubblico non aveva altri programmi da indicare come modello virtuoso?”.