Il Fatto: “Vari benedetto da Mediaset”. Ma “il beauty contest?”

Pubblicato il 1 Marzo 2012 14:55 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2012 14:55

Massimo Vari (foto Lapresse)

ROMA – Massimo Vari è stato nominato da Corrado Passera sottosegretario con delega alle Telecomunicazioni: Carlo Tecce scrive sul Fatto Quotidiano che Vari avrebbe ricevuto la “benedizione” di Mediaset. In realtà questa è l’interpretazione delle parole di Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, che avrebbe commentato così la nomina: “Ho letto e sono tranquillo”.

Quello che interessa più agli uomini di Mediaset, spiega Tecce, è in realtà la questione beauty contest. Queste le parole di Confalonieri in proposito: “Il beauty contest sospeso è frutto di una campagna demagogica che si riassume in quello che ha detto Passera. E cioè se taglio le pensioni alla vecchietta devo regalare delle frequenze?”

E sempre in tema beauty contest si è pronunciata anche Gina Nieri, consigliere d’amministrazione di Mediaset, sempre a proposito di Vari:  “Per noi è un interlocutore istituzionale, non guardiamo tanto chi comunica con noi, ma chi rappresenta”. E poi: “Sono curiosa di vedere come verranno fuori col beauty contest, visto che è un nostro diritto e l’aveva chiesto l’Unione europea”

Insomma, Tecce spiega come a Mediaset siano più interessati alla questione beauty contest, anche se per Tecce “i berlusconiani non hanno mai dimenticato Vari, prima l’hanno indicato come sottosegretario al ministero per lo Sviluppo economico e poi Berlusconi stesso, nel recente colloquio con il premier Mario Monti, avrebbe insistito per la delega alle Telecomunicazioni”.