Masterchef 8, è nato l’amore tra Gilberto Neirotti e Loretta Rizzotti?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 febbraio 2019 10:45 | Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2019 10:45
masterchef 8 giudici

Masterchef 8, è nato l’amore tra Gilberto Neirotti e Loretta Rizzotti?

ROMA – E’ scoppiato l’amore a Masterchef? Sembra infatti, come hanno notato i molti fan del programma, che tra i fornelli del cooking show di Sky sia nata una forte simpatia tra Gilberto Neirotti e Loretta Rizzotti. In particolare sono stati notati i tanti ‘occhi dolci’ che l’aspirante chef pavese ha dedicato al giovane (28 anni di meno) Gilberto.

Chi è Gilberto Neirotti

Il risotto al nero di seppia gli ha spalancato le porte della cucina di MasterChef nella sfida a quattro del terzo episodio, nonostante la perplessità di Locatelli (poco convinto da quegli asparagi nel piatto). Gilberto Neirotti, 23 anni, ha deciso di mettere in pausa gli studi di giurisprudenza per dedicarsi alla sua vera passione: la cucina.

Tutto è partito dall’agriturismo degli zii: circondato dal verde e dagli animali, Gilberto ha capito che la cucina poteva essere la vera strada da intraprendere per un futuro soddisfacente.

Cosa cucina Gilberto? Molta carne, anche se il suo piatto forte consiste in uno spaghetto con scampi, calamaretti e cozze. I suoi piatti badano molto all’estetica, dettaglio che farà sicuramente piacere allo chef Barbieri (poiché molto attento all’impiattamento e terrificato dai cosiddetti “mappazzoni”).

Gilberto Neirotti ama curare il suo orto, che gestisce in solitaria con molta attenzione. Il suo sogno nel cassetto è poter aprire un ristorante con sua mamma un giorno, unendo la passione per gli arredi (della madre) con quella della cucina (di Gilberto).

Chi è Loretta Rizzotti

Loretta Rizzotti ha 51 anni ed è un architetto. Ama il suo lavoro, ma ama stare in cucina. I suoi sono piatti tradizionali, non troppo elaborati, ma decisamente contemporanei.

In un’intervista al sito di Sky, Loretta Rizzotti si presenta così: “La mia passione per la cucina è nata lentamente: mi ci sono avvicinata naturalmente e penso di averla nel DNA, me la sento addosso. Non le ho mai dedicato molto tempo, ma questo tempo è sempre di qualità: nonostante sia molto impegnata perché ho un mio studio di architettura, i momenti dedicati alla cucina non mancano mai e sono magici.”

“Amo fare il mio lavoro e non voglio trasformarmi in una chef di professione: sicuramente però posso togliere un po’ di tempo all’architettura e regalarlo alla mia passione per il cibo. Quando cucino il mio obiettivo è quello di far felice le persone che mangiano: il risultato migliore è quando i miei commensali apprezzano quello che preparo”, aggiunge Loretta Rizzotti.

“MasterChef per me è un’occasione di poter esprimere un desiderio che spesso si ha ma non si coltiva: quello di cucinare. Tanti anni fa la cucina era vista come un lavoro di serie B, oggi grazie a MasterChef si ha la possibilità di realizzare un sogno che molti, me compresa, tengono nel cassetto”, conclude Loretta Rizzotti.