Masterchef 9: Bruno Barbieri e la battuta maliziosa su “Adda Cuosa” di Luciano

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 10 Gennaio 2020 12:03 | Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio 2020 12:03
Masterchef 9: Bruno Barbieri e la battuta maliziosa su "Adda Cuosa" del concorrente Luciano

Masterchef 9: Bruno Barbieri e la battuta maliziosa su “Adda Cuosa” di Luciano

ROMA – A Masterchef Italia 9 un siparietto in siciliano tra il concorrente Luciano e il giudice Bruno Barbieri (in versione maliziosa). Luciano: “‘Adda cuosa’ in siciliano significa ‘a quella cosa’. Però, mi raccomando, quella cosa bella che è successa nella vita di ognuno di noi. Io ho 52 anni, nella mia vita di cose ne sono successe tante e questa è una di quelle cose belle che mi è capitata. Quindi, per me, ‘adda cuosa’ è un inno a una cosa bella”. “Io sto pensando a qualcosa che non posso…” esclama Bruno Barbieri, ma Luciano lo blocca: “No! Non è quella!”.

Masterchef Italia 9: le novità.

Masterchef Italia 9 è arrivato anche quest’anno con un nuovo grembiule grigio durante la selezione degli aspiranti chef e la nuova prova dello Skill Test. “Quest’anno abbiamo alzato l’asticella”, hanno detto i giudici stellati Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, schierati nella nona edizione in un tridente dopo la pausa di Joe Bastianich, “un grandissimo amico che ha fatto la storia del programma e che rimane sempre nel giro”, ha detto Cannavacciuolo.

“Sono passati 9 anni, io li ho fatti tutti: posso garantire che quest’anno abbiamo fatto un grandissimo lavoro e ci siamo concentrati sulla cucina – ha spiegato il decano dei giudici Barbieri alla presentazione a Milano – I concorrenti li abbiamo scelti con un solo criterio: il talento. Sono preparati, hanno capito che per venire a Masterchef bisogna saper fare, e vengono per vincere”. “Quando nove anni fa parlavamo di tecniche vedevamo il vuoto negli occhi, oggi ci rispondono: vuol dire che si è alzato il livello”, gli ha fatto eco Cannavacciuolo.

Tra le novità del programma, il metodo di assegnazione dei grembiuli e una nuova prova di abilità durante la gara. Chi riceve tre sì unanimi alla presentazione di un piatto a scelta riceve il grembiule bianco ed accede direttamente all’ultimo step della selezione; il nuovissimo grembiule grigio andrà invece a chi riceve 2 sì su 3, e passerà alla prova successiva. Stesso grembiule grigio anche a chi riceverà un solo sì dello chef che “mettendoci la faccia e la firma” concederà una seconda chance ad un concorrente, scommettendo sulle sue qualità. (Fonti Masterchef e Ansa).