Matt Groening prima dei “Simpson”. “Life in Hell”: la storia di conigli antropomorfi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 febbraio 2019 14:21 | Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2019 7:19
Matt Groening prima di "The Simpson". "Life in Hell": la storia di conigli antropomorfi

Matt Groening prima dei “Simpson”. “Life in Hell”: la storia di conigli antropomorfi (foto Ansa)

ROMA –  Matt Groening, che domani compie 65 anni, prima di mettere su carta e inchiostro la storia dei “Simpson“, ha disegnato “Life in Hell”, fumetto settimanale che ha come protagonisti conigli antropomorfi e una coppia di amanti gay. 

Pubblicate come autoproduzione a partire dalla fine degli anni Settanta – all’inizio era lo stesso Matt Groening a diffondere le fotocopie del fumetto, distribuendole all’angolo del negozio di dischi in cui lavorava – le strisce sono poi apparse nel 1980 sul settimanale Los Angeles Reader. Diventato un cult per gli amanti della cultura underground, la popolarità di “Life in Hell” è cresciuta al punto che sono più di duecento i giornali che hanno accolto i personaggi sulle loro pagine. “Life in Hell”, che nel 2007 ha cambiato nome in “Life is Swell”, affronta una vasta gamma di argomenti: il sesso e l’amore, il lavoro e la morte. Le strisce parlano di temi esistenziali con ironia e sarcasmo, senza dimenticare un tono che cede a volte volutamente a una frivolezza liberatoria, all’autocommiserazione e alla paura della fine.