Maurizio Ruggiero: “Pierluigi Diaco sodomita. La donna? Non ha cervello, deve solo fare figli”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 aprile 2018 7:00 | Ultimo aggiornamento: 12 aprile 2018 13:59
Maurizio Ruggiero torna ad attaccare Pierluigi Diaco, gay e donne

Maurizio Ruggiero: “Pierluigi Diaco sodomita. La donna? Non ha cervello, deve solo fare figli”

ROMA – Torna a parlare Maurizio Ruggiero, dell’Associazione Sacrum Imperium di cattolici fondamentalisti, noto per aver costretto Pierluigi Diaco ad abbandonare lo studio di Non è l’Arena domenica scorsa.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

“Nessuna scusa a Diaco, è un sodomita, deve sciogliere la sua unione e spero si converta”, ha detto a La Zanzara, su Radio24. “Per i gay se rivendicano questa relazione ignominiosa ci vuole il rogo, per gli adulteri anche il carcere. Non mi sono mai masturbato, non ho mai fatto sesso. Il sesso si fa solo nel matrimonio”.

Ma chi è Maurizio Ruggiero? A La Zanzara è ospite quasi fisso, in qualità di fondatore del movimento Sacrum Romanun Imperium. Super cattolico, indipendentista veneto, sostiene che papa Francesco sia  un “eretico e un usurpatore”.

“Diaco? Non devo chiedergli scusa – ha detto a La Zanzara – e non devo discolparmi di nulla. Diaco è un sodomita, rivendica pubblicamente di avere una relazione omosessuale. Vive nel peccato. Io, invece, cerco di vivere secondo i dieci comandamenti. Mentre si fa passare che sia normale violarli. Masturbazione? No. Sesso? Mai prima del matrimonio. Sono cose che non frequento. Non sono sposato, dunque non conosco queste cose”.

Secondo Ruggiero “per l’adultero ci vuole il carcere o la multa perché i bambini hanno diritto di crescere in una famiglia unita con un padre e una madre. Passiamo ai gay. Se resta una cosa privata è una relazione ignominiosa. Il legame va sciolto e non succede nulla. Se la cosa è pubblica, se viene rivendicata c’era il rogo, perché è una cosa gravissima. Lo dico oggi, nel 2018. Diaco? I peccati urlano. E quando si tocca una persona sulla vita peccaminosa che fa allora saltano…”.

“LLe orge? Possono portare all’uccisione del partner – dice ancora Ruggiero – perché se uno getta la moglie nelle braccia di un altro poi si può perdere la testa”. Poi dice la sua sulle donne: “La donna si salverà solo con la generazione dei figli, lo disse San Paolo. La sua dimensione è quella familiare, gli affetti domestici. Deve stare a casa e fare i figli. Se la mettete a fare l’intellettuale, la psicopatologa, la manager, la soldatessa, quello che volete, la donna scoppia… Non è roba sua. La natura le ha fatte in modo diverso. Se arriva la società tradizionale questo accade. C’è una frase di Orazio: molti capelli, poco cervello. Non devono lavorare, oppure fare lavori nell’ambito domestico. L’azienda del marito, la sarta, la cameriera, la commessa, lavare per terra, tutti i lavori dove non ci sono decisioni da prendere. Lavori familiari dove non c’è esercizio di autorità, alla donna non appartiene nessuna eminenza di grado come diceva Sant’Agostino. Devono dedicarsi alla religione e alla famiglia”.