Mediaset non compra La7, via da gara: “Non siamo interessati, bilanci negativi”

Pubblicato il 18 settembre 2012 17:17 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2012 17:24
piersilvio

Piersilvio Berlusconi (Foto LaPresse)

MILANO – Mediaset non comprerà La7: si è ritirata dalla gara per l’acquisto e dice di non essere interessata all’acquisto, visto il bilancio “da sempre negativo”. Dopo le polemiche sui limiti antitrust e le minacce di dimissioni del direttore Enrico Mentana, il Biscione ha deciso di uscire di scena. E lo fa proprio nel giorno in cui il presidente di Telecom Italia, Franco Bernabè, prende posizione sulla vicenda della cessione di Telecom Italia Media e dice: “Non vendiamo a qualunque prezzo”.

”Al fine di evitare ulteriori strumentalizzazioni e voci interessate prive di qualsiasi fondamento – si legge in una nota del gruppo televisivo – Mediaset si vede costretta a intervenire sul caso Ti Media comunicando di aver ricevuto il 15 giugno 2012 un formale invito da Mediobanca a manifestare eventuale interesse per ottenere l’information memorandum relativo alla cessione, interesse che è stato confermato da Mediaset il 22 giugno. Tuttavia, già a luglio l’esame dei dati in nostro possesso ha ribadito l’orientamento che ha sempre sconsigliato alla nostra società qualsiasi impegno relativo agli asset in vendita del gruppo Telecom, orientamento che non si è mai modificato e che confermiamo a tutt’oggi”.

”Chiarita pubblicamente la nostra estraneità all’operazione fin da prima della pausa estiva – continua Mediaset – auspichiamo che il processo di cessione prosegua con successo, e con nuove brillanti performance borsistiche, senza più utilizzare il nome della nostra società per creare visibilità e interesse intorno alla dismissione di un’attività in cerca di acquirenti che vanta risultati di bilancio da sempre negativi”.