E Mentana, ingordo di “stupore”, annunciò: “Clamoroso: 81 miliardi di multa”. Erano milioni.

di Lucio Fero
Pubblicato il 16 Dicembre 2010 16:08 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2010 16:08

“In chiusura di giornale una notizia clamorosa, appena arrivata: l’Antitrust ha multato per 81 miliardi un cartello di aziende di cosmetica, tra cui Unilever, Colgate, Oreal, Procter e Gamble…”. Chissà chi gliel’ha portata sul tavolo ad Enrico Mentana non tanto quella “notizia” quanto il foglietto di carta con sopra scritto 81 miliardi. Siamo a fine telegiornale, poco manca alle 20,30 e la tensione, l’attenzione, il riflesso del conduttore, di qualunque conduttore a quel punto calano, anche del più sveglio e brillante. Perciò Mentana legge e, letteralmente, non calcola: sbagliare è umano…Poi però passano una quindicina di secondi fatali e Mentana ci ripensa, salta in sella alla voglia matta di “sensazionale” e torna sulla “notizia”. Guarda negli occhi il telespettatore, gli parla da vicino, lo chiama e lo richiama a sè: “Avete idea di cosa siano 81 miliardi…?”. Cosa siano 81 miliardi Mentana lo lascia in sospeso, ma ciascuno a casa può provare a calcolare: quattro leggi finanziarie misura Tremonti ultima versione, il doppio di quanto l’Europa può chiederci per riportate il debito sotto quota cento per cento del Pil, appena venti miliardi di meno di tutta la spesa sanitaria italiana in un anno? Mentre il telespettatore si fa un’idea, ci si accorge purtroppo che stasera il bravissimo Mentana un’idea di cosa siano 81 miliardi non ce l’ha. Infatti la notizia “clamorosa” non c’è e non ci sono neanche gli 81 miliardi, la multa è di 81 milioni e non miliardi.

E che ne poteva sapere Mentana quando alla fine del tg la concitazione della notizia si rilassa? Ne poteva sapere eccome, bastava rivolgesse a se stesso la domanda rivolta al pubblico: “Avete idea di cosa siano 81 miliardi?”. Si fosse detto in un muto ma facile dialogo con se stesso “hai idea di cosa siano?”, allora Mentana non avrebbe cavalcato il destriero della notizia che “stupisce”. Si è fatto prendere dall’ingordigia dell’effetto-boom, non è che si sia distratto, si è innamorato dello “stupire annunciando”. Talvolta anche Omero dormiva…Può capitare anche a Mentana che fa e conduce il miglior tg in circolazione. Però attenzione: il troppo stroppia, anche quando si tratta di prontezza brillante e protagonista in conduzione.