Mike Bongiorno. Folla e commozione alla camera ardente

Pubblicato il 11 Settembre 2009 15:06 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2009 15:06

bara_bongiornoPer milioni di telespettatori era il re del quiz, per chi lo ha conosciuto più da vicino è stato padre, amico e insegnante di vita. Alla camera ardente allestita alla Triennale di Milano ci sono volti sconosciuti e noti, venuti a dare l’ultimo saluto a Mike Bongiorno, morto d’infarto nella sua casa di Montecarlo.

Fiorello lo ricorda come un grande amico e compagno di giochi: «Potrei iniziare i miei spettacoli dicendo allegria, qualcuno dovrà pur farlo. Il nostro non era un rapporto tra padre e figlio. Eravamo due pischelli che facevano cose da ragazzini, cose che non si dicono o che non si possono dire, e che si divertivano moltissimo. Quando dovevamo girare gli spot per noi era una festa, ci sentivamo qualche giorno prima, ci preparavamo al gioco e passavamo tre-quattro giorni a cazzeggiare».

Una delle vallette storiche del presentatore televisivo, Miriana Trevisan, è arrivata con il figlio neonato in braccia per dirgli addio: «Con me è sempre stato paterno e una persona dolcissima. C’eravamo sentiti qualche giorno fa e mi aveva detto che avrebbe voluto tanto conoscere mio figlio: oggi glielo ho portato».