Milly Carlucci contro Amici Celebrities. La polemica con Mediaset

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Settembre 2019 20:29 | Ultimo aggiornamento: 27 Settembre 2019 20:29
Milly Carlucci, Ansa

Milly Carlucci (foto Ansa)

ROMA – E’ scontro tra Ballando con le Stelle e Amici Celebrities. 

Tutto è iniziato questa mattina, venerdì 27 settembre, quando Dagospia ha pubblicato un flash: “Milly Carlucci – si legge nel flash del sito di Roberto D’Agostino – attraverso il suo legale invia a Mediaset una sonora diffida. il motivo? Secondo la conduttrice ‘Amici Celebrities’ avrebbe copiato il format di Ballando con le stelle”.

Passa poco e arriva la smentita, via Twitter, di Milly Carlucci: “Mi giunge notizia che avrei inviato una diffida a Mediaset . Non esiste nessuna diffida”.

Ma allora cosa è successo?

Il Messaggero (qui il link all’articolo) ci aiuta a ricostruire la vicenda.

L’avvocato della conduttrice Milly Carlucci, Yuri Picciotti, ha inviato – si legge sul Messaggero – una lettera all’Ufficio Legale di RTI, sottolineando che il programma condotto da Maria De Filippi in onda su Canale 5 “utilizza tratti distintivi propri” di Ballando con le Stelle. Una tesi respinta da Mediaset, secondo cui “non sussiste alcun elemento di confondibilità tra i due programmi”.

“Ho trasmesso un invito, in uno spirito di reciproca collaborazione – scrive il legale come riporta il Messaggero -. In particolare, desidero spiegare che, per alcun motivo, è possibile prevedere che, all’interno di una gara, un ballerino professionista esegua balli con un cosiddetto “VIP”, poiché tale combinazione rappresenta l’elemento caratterizzante di Ballando con le Stelle. Detto elemento risulta, peraltro, riconosciuto da RTI, la quale, nel 2012, a seguito di due pronunce del Tribunale Ordinario di Roma ottenute dalla Sig.ra Carlucci, si è espressamente impegnata ad evitare qualsivoglia forma di utilizzo degli aspetti più rilevanti di Ballando con le Stelle”.

L’avvocato precisa di non aver inviato “alcuna diffida all’Ufficio Legale di RTI”, come sottolineato da Milly Carlucci su Twitter.

“Si è trattato – spiega – di un semplice invito al buon senso ed al rispetto degli impegni assunti anni addietro”.

Il Messaggero riporta anche la risposta di Mediaset:

“Prendiamo atto che l’avvocato Picciotti non intendesse diffidare Rti pur riservandosi di assumere iniziative giudiziarie, in caso di un mancato intervento di quest’ultima – precisa Mediaset -. La ricostruzione dell’avvocato Picciotti sugli impegni assunti da Rti in precedenti accordi non è precisa né conferente al tema. Si commenta poi da sola la tesi dell’avvocato Picciotti che un VIP non possa ballare con un ballerino professionista se non nel programma Ballando con le Stelle. Certamente Amici Celebrities non si è appropriata di alcun elemento caratterizzante Ballando con le Stelle ed evidentemente non sussiste alcun elemento di confondibilità tra i due programmi ben distinti nella loro ideazione e sviluppo rappresentativo”.

Fonte: Il Messaggero, Dagospia, Twitter.