Mister Bean cambia vita: Rowan Atkinson è il commissario Maigret, nuova serie tv

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 novembre 2017 12:52 | Ultimo aggiornamento: 20 novembre 2017 12:54

LONDRA – Rowan Atkinson cambia vita. Il comico britannico divenuto celebre nel ruolo del goffo e dissacrante Mister Bean, smetterà di far ridere il suo pubblico e vestirà i panni del commissario Maigret in una nuova serie tv ispirata al personaggio nato dalla penna di Georges Simenon. La fiction arriverà in Italia il 15 dicembre su Effe, Canale 139 di Sky.

La sfida è impegnativa: prima di lui si sono cimentati nella parte giganti come Jean Gabin nel 1958 e il corpulento Gino Cervi dal 1964 al 1972. Prima ancora Pierre Renoir, Charles Laughton, Michel Simon, Rupert Davies, solo per citarne alcuni, fino al recente Sergio Castellitto del 2004, l’unico che presenta alcune analogie, a partire dalla fisicità asciutta, con il Maigret di Atkinson. Riuscirà quest’ultimo a far dimenticare la sua maschera più famosa?

Nella fiction non c’è spazio per risate né per situazioni tragicomiche. Rowan Atkinson riesce a dare un’impronta particolarmente dolente all’ispettore. Interpreta un Maigret introverso, riflessivo, concentrato sulle proprie trame mentali. Scansa le battute, si nasconde sotto l’ombra del cappello e dietro il fumo della pipa. Vive in una Parigi anni Cinquanta, buia, fumosa nei locali dello striptease e deve risolvere il caso di un serial killer che uccide le sue vittime tutte alla stessa ora, tutte con lo stesso rituale.

A detta di alcuni critici è una delle interpretazioni più suggestive per l’attore britannico. Ma i puristi già storcono il naso perché la serie è stata recitata in inglese e non in francese, lingua madre dell’ispettore.