Mistero e Adam Kadmon: 11 settembre, illuminati, scie chimiche e “Monarch”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2013 9:18 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2013 9:18
Mistero e Adam Kadmon: 11 settembre, illuminati, scie chimiche e "Monarch"

Mistero e Adam Kadmon: 11 settembre, illuminati, scie chimiche e “Monarch”

ROMA – Scie chimiche, terremoti, illuminati, un nuovo 11 settembre, i complotti per il nuovo ordine mondiale, questa la lista, l’elenco, il riassunto dell’ultima puntata di Mistero, complotti in salsa televisiva firmati Adam Kadmon.

“Qualcuno nell’ombra sta plasmando le nostre menti” dice Adam Kadmon in apertura di programma e in pochi secondi si arriva a parlare dell’11 settembre.

Ancora Bush, ancora Bush alle elementari che legge la favola della capretta: “Tempo al tempo – continua Kadmon – la verità verrà fuori e questa non è soltanto una teoria.” Chi c’è dietro l’11 settembre? Si poteva evitare? Com’è possibile che non sia stata rinvenuta la minima traccia dell’aereo caduto sul Pentagono? E le esplosioni? Le domande, sempre le stesse, si rincorrono fino all’estasi finale. Un video dove si vede un puntino (quasi sicuramente un’astronave aliena) che insegue un aereo, uno degli aerei dirottati. Dopo una doppia parentesi, Ogm e sindrome di Morgellons, si torna a parlare di microchip sotto pelle (discorso caro anche al MoVimento 5 Stelle): “Il microchip potrebbe servire addirittura al controllo delle nascite, inibendo nella donna la capacità di concepire.”

Vuoi rivedere la puntata? Cerca nel sito Mediaset

Non potevano mancare gli illuminati, con tanto di intervista a David Icke: “Prima creano un problema, vedi l’attentato alle Torri Gemelle o la crisi economica in Grecia, poi attraversano i media ne danno una spiegazione che giustifichi la guerra.”Poi il finale in crescendo tra signoraggio, nuovo 11 settembre, grande fratello e Monarch, il progetto, presunto o no, segreto per controllare le menti.