Nadia Toffa, Le Iene sotto accusa per il video-testamento: “Tutto per fare ascolti”

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Ottobre 2019 10:58 | Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre 2019 10:58
Nadia Toffa

Nadia Toffa (Foto Instagram)

ROMA – Non è ancora andato in onda l’ultimo video di Nadia Toffa e già scoppiano le polemiche, con chi accusa la redazione de Le Iene di speculare sulla morte della collega. 

Motivo della querelle social, il filmato di una ventina di minuti che la stessa Nadia Toffa ha voluto registrare nel dicembre del 2018, quando ormai da tempo era in cura per il cancro che l’aveva colpita e che l’avrebbe uccisa il 13 agosto 2019, a soli 40 anni. 

Nel video, che verrà trasmesso questa sera, martedì primo ottobre, l’inviata e conduttrice de Le Iene spiegava all’autore del programma, Giorgio Romiti, al quale aveva chiesto di andare a casa sua con una telecamera per filmarla: “La sorpresa è che vorrei incontrare amici, vecchi, nuovi, persone care, parenti, colleghi che hanno lasciato un segno in questo mio ultimo anno tremendo, persone che contano davvero. Vorrei che tu mi aiutassi a filmare questi incontri. In questo ultimo anno sono cambiata tantissimo, non è il quanto vivi, ma come vivi. Quando muore una persona, trovo stupida la domanda: quanti anni aveva? Non contano gli anni, ma se hai vissuto intensamente. Io sto facendo il possibile per ritardare la mia morte, tutte le cure possibili. Vedremo quanto tempo avrò ancora, ma non credo molto”.

Nel filmato Nadia ha poi fatto una lista di persone con cui voleva parlare: “Mia madre Margherita, persona meravigliosa, mi spiace più per lei che per me; Max che sarà con noi alla chemio; due mie compagne di liceo classico, Margherita e Francesca; un mio amico di Brescia, Tommaso; il mio boss Davide Parenti. Poi la mia amica Sara, la mia nonna Maria donna tutto d’un pezzo; la mia nipotina Alice (sono orgogliosa perché mi assomiglia un sacco). E Silvio Berlusconi: non l’ho mai conosciuto ma avrei tante curiosità da chiedergli. Provo molta gratitudine per lui, ha fatto partire l’elicottero per me per farmi portare subito al San Raffaele quando sono stata male a Trieste. Gli direi: ‘Io non l’ho mai votata, non sono la migliore conduttrice di Mediaset, perché mi vuole bene?’ La tragedia ti sbatte in faccia la verità, chi ti ama. E tutto è più chiaro. E capisci che gli amici veri non ti mollano”.

In un primo momento l’ideatore del video, Davide Parenti, non voleva mandarlo in onda, ma poi le Iene hanno annunciato la trasmissione con un comunicato, spiegando sui social: “Quest’anno per noi niente sarà più come prima. Inizieremo con uno speciale ricordo alla nostra Nadia Toffa. Un video inedito di 20 minuti che ha voluto, scelto e pensato lei. Un ricordo commovente e intenso”.

Una decisione che ha ricevuto molte critiche da chi ha accusato il programma di speculare sulla morte della collega: “La notizia che #LeIene utilizzeranno i filmati degli ultimi momenti di vita di #NadiaToffa per fare ascolti mi fa venire i brividi”, ha commentato più d’uno. E ancora: “Tutto pur di aver ascolti #NadiaToffa  perché i guardoni si sentano al sicuro. come quando contano le macchie di sangue del morto sul raccordo anulare”.

Ma c’è anche chi ha lodato l’iniziativa: “#NadiaToffa, ha lavorato fino all’ultimo perché l’aiutava a tenersi su, a non abbattersi. Ha continuato anche quando i suoi colleghi erano più straziati di lei. Proprio per questo, credo sia giusto mandare in onda il suo lavoro. Lei avrebbe voluto così #leiene”. E qualcun altro ha sottolineato: “Gli sciacalli non sono @redazioneiene che vogliono tributare  @NadiaToffa nella trasmissione che le ha donato popolarità ma voi che li criticate per questo!”. Chiosa qualcun altro: “Non state capendo proprio niente – risponde ai commenti un altro utente – Questo video che manderanno in onda domani è stato voluto da #NadiaToffa per lasciare un ultimo messaggio. Non è una cosa fatta da Le Iene, lei ha chiamato affinché venissero a riprenderla sul finire del 2018 per lasciare un ultimo messaggio”. (Fonti: Agi, Il Fatto Quotidiano, Il Corriere della Sera)