Nadia Toffa, malori fuori dalla chiesa ai funerali. La commozione delle donne anti-Ilva FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Agosto 2019 19:10 | Ultimo aggiornamento: 16 Agosto 2019 20:37
donne ilva funerale nadia toffa

Una delle donne del quartiere Tamburi di Taranto presenti al funerale di Nadia Toffa (Ansa)

BRESCIA – I funerali di Nadia Toffa celebrati oggi 16 agosto nel Duomo di Brescia sono stati caratterizzati dalla partecipazione commossa di tantissima gente. Tante le persone arrivate da ogni parte d’Italia per l’addio alla conduttrice de Le Iene, scomparsa a soli 40 anni dopo una lunga lotta contro il cancro.

Durante i funerali, due donne sono state colte da malore. La prima a sentirsi male è stata una ragazzina, soccorsa dai sanitari dopo un calo di pressione. Poco dopo una seconda donna si è sentita male, incampata e finita a terra sempre per un calo di pressione. I soccorsi sono subito intervenuti con le barelle. 

La commozione non ha provocato solo svenimenti. Quando il feretro di Nadia Toffa ha lasciato il Duomo di Brescia, una donna originaria di Taranto si è lasciata andare alla disperazione ricordando l’impegno della Toffa nelle terre dell’Ilva. Qui, i cui abitanti denunciano da anni l’aumento dei tumori. La Toffa aveva dato voce agli abitanti del quartiere Tamburi che sorge vicino all’accaieria. La donna, si è avvicinata alla bara di Nadia ed ha urlato queste parole: “Ti prego Nadia, aiutami. Mi hai voluto bene e mi vorrai sempre bene. Tutta Taranto è con te, forza Nadia!” Oltre alla donna, a Brescia ci sono gli amici del minibar di Tamburi con indosso la maglietta “Ie jesche pacce pe te!”, in tarantino “Io esco pazzo per te”.

Grazie alla conduttrice de Le Iene, la magietta è divetata il cuore di un progetto di beneficienza: “Fu lei che vedendo quella maglietta ebbe l’idea e, negli anni, siamo riusciti a raccogliere 700 mila euro e abbiamo aperto un reparto oncologico pediatrico. Senza di lei non sarebbe stato possibile” hanno raccontato i presenti. 

La folla radunata nella piazza antistante il Duomo di Brescia ha accolto con un lunghissimo e fragoroso applauso l’uscita dalla chiesa della bara dove riposa l’inviata de Le Iene. “Sei nel mio cuore” ha urlato uno dei presenti. 

Oltre che dell’Ilva, la Toffa si era occupata a lungo della “Terra dei Fuochi” in Campania. Fino al Duomo di Brescia anche le mamme che lottano da anni contro l’aumento delle morti di tumore dovute allo sversamento illegale di rifiuti tossici che avviene tra le provincie di Caserta e Napoli. Una di loro ha reso pubblico, a nome di tutte, il loro saluto, attraverso un post su Facebook: “Grazie di tutto l’amore e la sensibilità che hai saputo dosare insieme alla tua professione. Resterai nei nostri cuori e andremo avanti anche per te! Oggi salutiamo un amica, che stretta a noi, ai nostri racconti, cercava di denunciare lo scempio di cui siamo vittime! Non hanno risparmiato nemmeno a te commentuoli vari,ma hai saputo riderci su, c’eri abituata. Chi ti dimentica più cara Nadia; e non è un addio…ma un arrivederci”.

 Fonte: Fanpage, Ansa

donna tamburi ilva funerale nadia toffa

Una donna del quartiere Tamburi di Taranto (Ansa)

Una delle sorelle di Nadia Toffa

Una delle sorelle di Nadia Toffa in chiesa (Ansa)

gente funerale nadia toffa

Foto Ansa

gente comune funerale nadia toffa

Ansa

gente duomo brescia funerale nadia toffa

Ansa

Nadia Toffa, due donne colte da malore ai funerali.

Maurizio e Margherita, i genitori di Nadia Toffa (Ansa)

donna tocca bara nadia toffa

Ansa