Non è l’Arena, Salvini scopre da Giletti dello sbarco della Sea Watch e sbotta in diretta VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 maggio 2019 9:27 | Ultimo aggiornamento: 20 maggio 2019 9:27
Non è l'Arena, Salvini scopre da Giletti dello sbarco della Sea Watch e sbotta in diretta VIDEO

Non è l’Arena, Salvini scopre da Giletti dello sbarco della Sea Watch e sbotta in diretta VIDEO

ROMA – Massimo Giletti, in diretta a “Non è l’Arena”, su “La7”, legge a Matteo Salvini la notizia dello sbarco dei 47 migranti a bordo della Sea Watch. Ministro che solo qualche minuto prima aveva parlato di “porti chiusi”.

La decisione del procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, fa infuriare il ministro dell’Interno che in diretta, dopo essere stato smentito, attacca: 

“Questo procuratore – tuona- è quello che ha indagato me per sequestro di persona. Io non cambio idea e siccome il ministro sono io, prendo atto della parola di questo procuratore”. Quindi incalza: “Approfondiremo la possibilità di valutare il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, per chiunque agevoli lo sbarco a terra di immigrati portati in Italia da un’organizzazione irregolare o fuorilegge. Quindi glielo ripeto tranquillamente, pacatamente e serenamente: se questo procuratore vuole fare il ministro dell’Interno si candida alle prossime elezioni e fa il ministro dell’Interno, il mio parere è favorevole”.

5 x 1000

Poi, quando vengono mostrate le immagini dei migranti che salgono sulla motovedetta della Guardia Costiera, Salvini attacca: “Se qualche ministro ha dato autorizzazione a sbarcare immigrati trasportati illegalmente ne risponderà davanti agli Italiani. Io sono il ministro delle regole e dei porti chiusi”. Presto arriva la replica dei Cinque Stelle: “Nessun ministro del M5S ha aperto i porti” sottolineano fonti di governo pentastellate, smentendo che un ministro M5S (nella fattispecie, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ndr) abbia autorizzato lo sbarco. Secca anche la replica di Di Maio: “Le ridistribuzioni sono una soluzione – scandisce a ‘Che tempo che fa’ – e ci vuole una collaborazione allo sviluppo per i rimpatri”. Fonte: La7.