Non è l’Arena, Giletti a Mezzojuso per le sorelle Napoli: quasi rissa col sindaco

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 maggio 2019 10:47 | Ultimo aggiornamento: 13 maggio 2019 10:47
Non è l'Arena, Giletti a Mezzojuso per le sorelle Napoli: quasi rissa col sindaco

Non è l’Arena, Giletti a Mezzojuso per le sorelle Napoli: quasi rissa col sindaco

ROMA – Quasi rissa a Non è l’Arena tra Massimo Giletti e il sindaco di Mezzojuso, Salvatore Giardina. Lo scontro è andato in scena durante la puntata speciale dedicata alla vicenda delle sorelle Napoli che da anni denunciano intimidazioni da parte della mafia. Per una sera Giletti ha portato le sue telecamere in piazza a Mezzojuso, dove le tre donne e il sindaco si sono affrontati per tre ore dinanzi al paese. L’intento era pacificatore, ma ben presto si è arrivati allo scontro frontale, con Giletti e il primo cittadino che addirittura sfiorano il contatto fisico. 

Una storia, quella delle sorelle Napoli, esplosa proprio grazie a Non è l’Arena, già lo scorso marzo quando il conduttore prese le difese delle tre donne disperate perché alcune vacche, ufficialmente “selvatiche”, venivano fatte scorrazzare sui loro campi per distruggere il loro raccolto. A Mezzojuso però la trasmissione di Giletti viene accolta con freddezza. E quando la regia ripropone un fuori onda dello scorso ottobre nel quale il sindaco Giardina dà del “farabutto” a Giletti, il pubblico applaude. Il conduttore non ci passa sopra e si rivolge a muso duro ai contestatori: “Voglio sapere perché, spiegatemi. Perché io sono farabutto? Perché abbiamo avuto il coraggio di raccontare una storia di difficoltà? L’abbiamo inventata noi? Questo è il clima. E’ la cultura mafiosa che dovete combattere, l’omertà, questa è la verità”.

In collegamento c’è anche Rita Dalla Chiesa, che se la prende con una signora della piazza: “Mi dissocio da quella signora che sta applaudendo da tutta la sera da un balcone. Non accetto che si dica che la mafia è una cosa che appartiene a tanti anni fa. Mio padre è stato ammazzato 37 anni”. Giletti coglie l’assist: “Ha capito signora? Quell’uomo si è sacrificato per la Sicilia. Se non riconoscete questo è inutile che siate qui stasera. Dalla Chiesa non era neanche siciliano e l’hanno massacrato qua per voi. Non dovete urlare, dovete ringraziarla questa gente”.

Sul finale Giletti e il sindaco Giardina arrivano quasi alle mani, con il primo cittadino che furibondo abbandona il palco gridando: “Lei è un falsificatore”. Al termine della trasmissione diversi messaggi di solidarietà sono stati rivolti a Giletti. A cominciare dal direttore di La7 Andrea Salerno: “Grazie a Massimo Giletti, agli autori, e a tutti quelli che hanno contribuito alla produzione di una puntata davvero complessa”. (Fonte: Non è l’Arena, La7)