Non è l’arena, Andrea Scanzi su Morgan: “La sua esclusione da Sanremo colpo di coda di Berlusconi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Febbraio 2019 9:53 | Ultimo aggiornamento: 4 Febbraio 2019 9:53
Non è l'arena, Andrea Scanzi su Morgan: "La sua esclusione da Sanremo colpo di coda di Berlusconi"

Non è l’arena, Andrea Scanzi su Morgan: “La sua esclusione da Sanremo colpo di coda di Berlusconi”

ROMA – L’esclusione di Morgan dal Festival di Sanremo? “E’ l’ultimo colpo di coda di Silvio Berlusconi e del berlusconismo”. Ne è convinto Andrea Scanzi, giornalista e scrittore spesso ospite di trasmissioni televisive. 

Intervenendo a Non è l’arena, il programma della prima serata domenicale di La7 condotto da Massimo Giletti, Scanzi ha criticato l’esclusione di Morgan dal Festival di Sanremo: “E’ il trionfo dell’ipocrisia”, è sbottato, per poi aggiungere che “se noi togliamo al pop e al rock l’alcol e la droga non ci rimane niente, molte canzoni del pop e del rock non sarebbero state scritte. Chissenefrega di cosa fanno in privato gli artisti”, ha sottolineato, spiegando che non è importante, secondo lui, che le star del rock siano di esempio. 

In studio, però, lo stesso Morgan ha dissentito: “A Sanremo ci va un cantante con la sua canzone, non un opinion maker. Ma questa con me sarebbe stata chiamata censura esplicita. Hanno voluto escludere me in quanto canzone che si stagliava al di sopra delle altre, una canzone per l’orchestra. Togliere me da quella situazione era togliere uno che aveva la forza della musica, non delle cazz***. Io sono un musicista”.