Novantesimo Minuto sfora, Fazio ne approfitta per punzecchiare la Rai…

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 7 Ottobre 2019 14:04 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2019 14:04
Fabio Fazio punzecchia la Rai dopo il ritardo di Novantesimo Minuto

Fabio Fazio punzecchia la Rai dopo il ritardo di Novantesimo Minuto (foto Ansa)

ROMA – “Che tempo che fa” è iniziato il ritardo per colpa di “Novantesimo Minuto“. La trasmissione televisiva condotta da Fabio Fazio è iniziata con cinque minuti di ritardo perché il programma di approfondimento calcistico, che trasmette in chiaro i gol segnati durante le partite del campionato italiano di calcio di Serie A, ha sforato. 

Fabio Fazio ha approfittato di questo ritardo per colpa del programma condotto da Enrico Varriale e Simona Rolandi per punzecchiare la Rai. Non appena ha ricevuto la linea in ritardo, Fabio Fazio ha esordito dicendo: “Buonasera ai nostri telespettatori. Devo dire che eravamo un po’ in apprensione. Siamo in ritardo di ben cinque minuti e allora abbiamo pensato “Vuoi vedere che ci hanno cambiato di nuovo rete senza nemmeno dircelo?”. 

La trasmissione televisiva condotta da Fabio Fazio, “Che Tempo che Fa”, è stata spostata da Rai 1 a Rai 2. Fabio Fazio ha incassato il colpo ma ha approfittato di questo ritardo di “Novantesimo Minuto” per lanciare una frecciatina alla Rai. 

Che Tempo che Fa è uno spazio di intrattenimento domenicale, in preparazione della serata con Fabio Fazio: lanci e anticipazioni, gag e tormentoni, si alternano a momenti in cui membri del pubblico si presentano in quanto testimoni di avvenimenti e imprese.

90º minuto è un programma televisivo italiano, in onda sulle reti Rai dal 27 settembre 1970. Condotto nel corso delle sue numerose edizioni da diversi presentatori, tra cui Paolo Valenti, Fabrizio Maffei, Giampiero Galeazzi, Franco Lauro, Marco Mazzocchi, Enrico Varriale e Paola Ferrari, trasmette una breve sintesi delle partite di calcio del Campionato italiano di calcio di Serie A e di Serie B.

Prima dell’ampia diffusione di piattaforme digitali e satellitari come Premium Sport e Sky Sport, 90° minuto era l’unica trasmissione che permetteva agli appassionati di calcio di guardare i gol in televisione.