Nunzia De Girolamo a Non è L’Arena: gonna trasparente. Crisi col marito? FOTO

di Redazione blitz
Pubblicato il 29 gennaio 2019 15:22 | Ultimo aggiornamento: 29 gennaio 2019 15:22
Nunzia De Girolamo

Nunzia De Girolamo a Non è L’Arena con una gonna trasparente

ROMA – Nunzia De Girolamo si è presentata in studio da Massimo Giletti a Non è l’Arena, su La7, con una gonna di pizzo effetto “nude”, ovvero completamente trasparente. La ex deputata di Forza Italia infatti, a parte indossare un normalissimo top nero aderente, aveva una longuette con bordo di pizzo nero che non lasciava spazio all’immaginazione e décolleté nere con tacco a spillo. 

Come riporta Dagospia, “tale cambiamento è la spia di una crisi coniugale con il marito piddino Francesco Boccia? Ah, saperlo…”.

Chi è Nunzia De Girolamo

Nasce il 10 ottobre 1975 a Benevento. Diplomatasi nella sua città al liceo classico “Pietro Giannone”, si trasferisce a Roma per frequentare l’università: dopo essersi laureata alla Sapienza in Giurisprudenza, consegue un dottorato all’Università di Campobasso e intraprende la carriera forense dedicandosi al diritto commerciale, al diritto del lavoro, al diritto bancario e al diritto civile, avviando nel frattempo collaborazioni con l’Università del Molise e l’Università degli Studi del Sannio.

Entrata in politica, nell’ottobre del 2007 diventa coordinatrice di Forza Italia per la città di Benevento, mentre l’anno successivo viene eletta deputata nelle liste del Popolo della Libertà.

Durante il governo Berlusconi è membro del Consiglio Direttivo del Pdl alla Camera, membro della Commissione Affari Costituzionali, della Presidenza del Consiglio e Interni e membro della Commissione Affari Esteri e Comunitari. 

Entrata a far parte della Commissione Agricoltura nel 2009, al posto di Michela Vittoria Brambilla, Nunzia De Girolamo si sposa il 23 dicembre del 2011 con Francesco Boccia, parlamentare del Partito Democratico; il 9 giugno del 2012 dà alla luce Gea, la sua prima figlia.

Il 27 aprile del 2013 Nunzia De Girolamo viene nominata Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del nuovo governo di Enrico Letta. Si dimette alla fine del mese di gennaio 2014 dopo le polemiche per l’inchiesta sulla Asl di Benevento.