Nuova Sky è nata: 20 milioni di abbonati, nuovi contenuti e servizi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 novembre 2014 10:41 | Ultimo aggiornamento: 13 novembre 2014 10:42
Nuova Sky è nata: 20 milioni di abbonati, nuovi contenuti e servizi

Foto LaPresse

ROMA – Una nuova Sky è nata dall’unione di Sky Italia con Sky Deutschland e BSkyB. Il nuovo gruppo avrà 20 milioni di abbonati tra Italia, Germania, Austria, Regno Unito e Irlanda. Un servizio nuovo, annuncia Sky, con nuovi contenuti e prodotti offerti dai 31mila dipendenti che lavorano nelle 30 sedi principali e un budget di 5,7 miliardi di euro per la programmazione.

In una nota la società si propone come “gruppo leader dell’intrattenimento in Europa”:

“Siamo una delle maggiori realtà del settore in termini di occupati, principale investitore in contenuti televisivi in Europa e un’azienda all’avanguardia nella fornitura di servizi broadcast, on-line e su piattaforme mobili, per offrire ai propri abbonati una grande tv di qualità quando e dove vogliono”.

Con l’integrazione delle tre aziende, Sky

“condividerà i punti di forza e l’esperienza maturata all’interno del gruppo per offrire un servizio migliore ai propri clienti, accelerare l’innovazione e crescere ancora più velocemente. La nuova Sky sarà fondata su un insieme di principi e valori comuni, che la portano a guardare sempre avanti per offrire ai propri clienti più scelta, contenuti sempre migliori e un’esperienza televisiva unica”.

Sono poi “significative le potenzialità di crescita future”:

“oltre 60 milioni le famiglie che ancora non hanno sottoscritto un abbonamento alla pay tv nei cinque mercati in cui Sky opera e ci sono anche concrete opportunità per lanciare nuovi servizi e portare nuovi prodotti a un numero sempre maggiore di clienti”.

A riconoscimento della nuova dimensione internazionale del gruppo, l’azienda cambierà nome – modifica soggetta all’approvazione dell’assemblea degli azionisti Sky del 21 novembre – chiamandosi semplicemente Sky invece che British Sky Broadcasting (BSkyB), con l’azienda che è quotata sulla London Stock Exchange con il simbolo Sky.

Come Amministratore Delegato, Jeremy Darroch supervisionerà il nuovo gruppo continuando a guidare le attività nel Regno Unito e in Irlanda e Andrew Griffith resterà Chief Financial Officer. Andrea Zappia continuerà a guidare le attività in Italia in qualità di Amministratore Delegato di Sky Italia e Brian Sullivan continuerà a ricoprire il ruolo di Amministratore Delegato di Sky Deutschland AG.

 

Darroch ha commentato:

“Le tre Sky insieme saranno ancora migliori. Abbiamo l’opportunità di creare un gruppo che traccerà la strada e plasmerà il nostro settore in futuro. I nostri clienti beneficeranno del lancio di nuovi formidabili servizi e offriremo loro una tv sempre migliore, dando una forte spinta all’innovazione in tutti i mercati in cui operiamo.

Uniti in un unico gruppo condivideremo i nostri punti di forza e tutta l’esperienza maturata, mantenendo una forte identità in ciascuno dei nostri paesi. Abbiamo davanti un’opportunità concreta e siamo convinti che la nuova Sky porterà benefici non solo ai clienti, ma anche ai creatori di contenuti e agli azionisti”.