Open Arms, la gaffe del Tg2 in diretta: “Colpo di scena, Salvini non andrà a processo” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 31 Luglio 2020 9:00 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2020 10:47
Open Arms, la gaffe del Tg2 in diretta: "Colpo di scena, Salvini non andrà a processo" VIDEO

Open Arms, la gaffe del Tg2 in diretta: “Colpo di scena, Salvini non andrà a processo”

Matteo Salvini andrà a processo per il caso Open Arms. Ma al Tg2 hanno capito tutto il contrario. La gaffe in diretta.

E’ accaduto pochi istanti dopo la chiusura del voto in Aula sul caso Open Arms. Protagonista dell’errore è Maria Antonietta Spadorcia, giornalista parlamentare con ben 20 anni di esperienza alle spalle. 

La cronista annuncia il clamoroso “colpo di scena”. “E’ proprio di ora la notizia che non è passata l’autorizzazione a procedere”, dice travisando completamente il risultato.

“Sembrava un voto scontato – prosegue – visto anche il parere favorevole di Italia Viva al processo a Salvini e invece no. Sono stati 141 i voti a favore del processo, ma 149 i no: quindi Salvini non andrà a processo, non è stata concessa l’autorizzazione a procedere. Questo è un colpo di scena”.

In sua difesa c’è da specificare che la giornalista si trovava nella sala dei Postergali, dove non ci sono agenzie, né computer e neppure schermi per verificare l’andamento dei lavori in Aula. 

Scherzi della diretta. Ma anche di molti quotidiani, secondo i quali Pd, M5s e Leu da soli non avrebbero mai avuto la maggioranza assoluta per mandare il leader della Lega a processo. Quando in realtà era Salvini a dover avere 161 voti a favore per evitarlo.

Il Tg2 sarebbe quindi scivolato sullo stesso errore di valutazione, interpretando i numeri al contrario. Secondo Alberto Custodero di Repubblica, la giornalista avrebbe ricevuto il suggerimento al telefono, pochi istanti prima, dal suo caporedattore.

Le scuse della direzione del Tg2 

In una nota la direzione del Tg2 si è poi affrettata a rettificare, scusandosi per l’errore.

“Nell’edizione del Tg2 delle 18.15 – si legge – subito dopo l’annuncio della presidente del Senato Casellati del risultato della votazione sull’autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini, durante un collegamento abbiamo erroneamente detto che con il voto l’autorizzazione a procedere non sarebbe stata concessa, mentre il Senato ha autorizzato il processo al senatore Salvini”. 

“E’ stato un grave errore di interpretazione del risultato, che abbiamo corretto qualche minuto dopo con un vivo del conduttore. Ci scusiamo comunque – conclude la nota – per aver indotto in errore i nostri ascoltatori”. (Fonti: Tg2, Ansa, Repubblica).