Ora o mai più, Marco Masini a Marcella Bella dopo la tremenda gaffe: “Non è la tua serata”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 febbraio 2019 12:10 | Ultimo aggiornamento: 3 febbraio 2019 12:10
Marco Masini a Ora o mai più: la tremenda gaffe di Marcella Bella

Ora o mai più, Marco Masini a Marcella Bella dopo la doppia gaffe: “Non è la tua serata”

ROMA – Marcella Bella ha dato spettacolo con una doppia gaffe nei confronti di Marco Masini durante la puntata di Ora o mai più in onda il 2 febbraio. La giudice non ha apprezzato che la concorrente Jessica Morlacchi abbia scelto la canzone “T’innamorerai”, duettata proprio con Masini presente in studio, ma il motivo ha sollevato polemiche. Marcella Bella infatti non aveva capito il testo della canzone e a farle notare l’errore è stato proprio il cantante, che con ironia ha liquidato così a polemica: “Non è la tua serata”.

La prima gaffe è arrivata per la Bella proprio mentre assegnava la votazione a Jessica per la sua esibizione, dandole un 7: “Secondo me, questo testo, scritto da Bigazzi che io conoscevo bene, non è molto adatto ad una donna perché parla di un padre che dice delle cose sulla figlia, “T’innamorerai”, lo dice alla figlia… Non lo ritengo un brano adatto a Jessica…”.

Peccato che, come le ha spiegato Masini, la giudice abbia totalmente sbagliato l’interpretazione del testo: “Posso intervenire? Io e Giancarlo Bigazzi l’abbiamo scritto insieme questo pezzo e non parla di un padre (risata imbarazzata di Masini, ndr)! Il testo dice “T’innamorerai, forse non di me” e non può essere un padre a dirlo!”.

Una correzione addolcita da tanti complimenti: “Però sei bellissima e sei una grande artista!”, dice Masini. La cantante ha provato a scusarsi, ma in modo goffo: “Chiedo venia, il 7 ormai l’ho dato. Red trova le canzoni più giuste per lei, tu, Marco, sei qui di passaggio…”. E la risposta pronta del cantante non è mancata: “Tutti siamo di passaggio, Marcella! Disinteressati, non è la tua serata, stasera!”.

Poi dopo l’esibizione con Michele Pecora in L’uomo volante, che parla di un padre e un figlio, Masini si è “vendicato”: “Marcella, vorrei sapere a chi era dedicata questa canzone! A qualche zio, qualche parente alla lontana, bis-cugino…”. E alla fine lei ammette: “Io sono convinta perché Giancarlo (Bigazzi, ndr) mi disse che l’aveva scritta per sua figlia… Ah no, lui non ha figli… Anzi no, ha un figlio, non ha figlie femmine!”.