Paola Ferrari: “Al mio regista ho imposto di non inquadrare… la mia quinta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 febbraio 2019 12:58 | Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2019 12:58
Paola Ferrari: "Al mio regista ho imposto di non inquadrare... la mia quinta"

Paola Ferrari: “Al mio regista ho imposto di non inquadrare… la mia quinta”

ROMA – Intervistata dal “Tempo”, la storica giornalista e conduttrice “Rai” Paola Ferrari racconta: “Mi considero una giornalista e con questo mestiere non puoi perdere il contatto con la gente, con la realtà altrimenti non sei giornalista”.

Paola Ferrari, 58 anni, oggi conduce il “Magazine Champions League” su “Rai Uno”. La Ferrari poi dice che una giornalista sportiva non dovrebbe puntare mai sull’aspetto fisico. A questo proposito racconta una chicca: “Al mio regista ho imposto di non fare panoramiche o piani all’americana pur avendo una quinta di seno”. E quando le chiedono un parere su Belen Rodriguez, la Ferrari replica piccata: “È una showgirl! (…) Dobbiamo essere padrone di casa competenti e credibili. Sono anni che prendo parte a commissioni dove si discute il ruolo della donna nelle trasmissioni di calcio e da trent’anni mi batto per un’emancipazione delle presenze femminili nel giornalismo sportivo. Abbiamo ottenuto molto però quando mi guardo intorno e vedo dei passi indietro mi dispiace e lo dico”.

Capitolo molestie. “Le accuse contro Cristiano Ronaldo? Dico che le donne hanno diritto di denunciare quando se lo sentono, anche a distanza di anni, ci possono essere mille ragioni per cui non lo fanno subito. Tuttavia è altrettanto vero che quando una donna si rivolge prima agli avvocati suscita qualche dubbio. Ho conosciuto personalmente Cristiano Ronaldo e mi è sembrato un ragazzo con sani princìpi“.