Paolo Bonolis attacca un ex tronista e difende Frosinone: “Perché ascoltare un cog…?”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Novembre 2019 13:53 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2019 13:53
Paolo Bonolis, Ansa

Paolo Bonolis (foto Ansa)

ROMA – Paolo Bonolis difende Frosinone dagli attacchi di un ex tronista. Ma cosa è successo? Andiamo con ordine e seguiamo la ricostruzione del Giornale.

Lo scorso 13 novembre, Bonolis e l’ex tronista Marco Cartasegna hanno partecipato ad un evento benefico organizzato nella città di Frosinone. Evento organizzato dall’associazione “Ciao Pà”: una partita di calcio cui erano presenti numerosi volti noti.

Arrivato in albergo però, Marco Cartasegna si dilettò a fare un video in cui, riprendendo la sua stanza, la descriveva così: “Eccoci qua, finalmente arrivato a Frosinone, città talmente brutta che l’Unesco ha proposto di cancellarla dalle mappe. Questo albergo, che è perfettamente in linea con la città, mi ha fatto venire la tristezza nel cuore…adesso piango un attimo e poi riprendo”.

Parole a cui Paolo Bonolis ha poi risposto così: “Hanno organizzato questa superba manifestazione di Frosinone, che ha contato 11.000 spettatori, uno splendido incasso, siamo stati tutti contenti – ha esordito Paolo Bonolis in un video social in cui si affiancava al dott. Bernardelli ed esprimeva tutto il suo orgoglio per aver rappresentato la squadra vincitrice – […]. Il Cers Onlus è contento e ringrazia la città di Frosinone. Poi, se qualche – come dire – cogl…e dice delle cose di Frosinone che sono sgradevoli, perché ascoltare un co…ne se c’é tutto il resto del corpo? Siamo tutti contenti, siamo felici!”.

Fonte: Il Giornale, Facebook, Instagram.