PiazzaPulita, Formigli contro Silvia Sardone: “Toni da comiziante. Le cose sguaiate mi fanno schifo” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 febbraio 2019 17:24 | Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2019 17:26
piazzapulita, silvia sardone

PiazzaPulita, Formigli contro Silvia Sardone: “Toni da comiziante. Le cose sguaiate mi fanno schifo”

ROMA – La consigliera regionale della Lombardia, Silvia Sardone, è opsite a PiazzaPulita, il talk show de La7 condotto da Corrado Formigli il giovedì sera. 

In studio è presente il sindaco di Sesto San Giovanni e marito della Sardone, Roberto Di Stefano. Si parla della decisione da parte del comune della città metropolitana di Milano di assegnare case popolari solo a stranieri che non sono proprietari di immobili nel loro paese d’origine.  Peccato però che avere un documento che attesti la non proprietà, in alcuni paesi come l’Egitto è impossibile da ottenere se non a costi proibitivi.

Il sindaco mantiene la calma e spiega le sue ragioni. La stessa cosa non avviene però per la Sardone che ha prima un alterco con Michela Marzano e poi con la giornalista Valentina Pertini (il video dello scontro con quest’ultima in fondo all’articolo).

A quel punto, Formigli sbotta: “Di fronte a queste storie e questi volti io chiedo come minimo il rispetto e la serietà di una discussione. Toni da comiziante e le cose sguaiate mi fanno un po’ schifo”. Poco dopo, la Sardone passa al contrattacco: “Formigli, si rende conto che ogni volta che intervengo devo parlare con uno che mi parla sopra e a parti invertite questa cosa non avviene mai? Lei me lo dica allora: Sardone deve venire qua e deve prenderle da tutte le parti e deve stare zitta. Quando parla sappia che viene interrotta da tutti costantemente. Io decidevo di non venire. Se vengo, voglio avere gli stessi diritti degli altri”.

Formigli a questo punto risponde provando a ristabilire la calma: “Cerchiamo di restare tutti umani, c’è qualche tratto di disumanità orribile in questa discussione. Silvia Sardone, se sono stato sgradevole mi scuso, ma si scusi anche lei”. 

(Video La7)