Pierpaolo Sileri, chi è il viceministro della Salute: la moglie Giada Nurry, età, figli, carriera

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Aprile 2021 13:51 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2021 13:11
pierpaolo silieri, ansa

Pierpaolo Silieri, chi è il viceministro della Salute: la moglie Giada Nurry, età, figli, carriera (foto Ansa)

Chi è Pierpaolo Sileri. Il viceministro della Salute è ospite a Oggi è un altro giorno, il programma condotto da Serena Bortone alle 14 su Rai Uno.

Chi è Pierpaolo Sileri: carriera 

Da quando è iniziata l’emergenza coronavirus, il nome di Pierpaolo Sileri lo sentiamo spesso.  Sileri è infatti stato prima viceministro della Salute al fianco del Ministro Roberto Speranza. Nel Governo Draghi è stato confermato sottosegretario ma non è più viceministro.

Pierpaolo Sileri, età, figli, la moglie Giada Nurry

Sileri è nato a Roma il 25 agosto del 1972, ha 48 anni, ed è del segno zodiacale della Vergine. Nel 1998 si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Tor Vergata e qui ha conseguito il Dottorato di ricerca in Scienze informatiche applicate alla chirurgia. Il 2 giugno 2018  ha sposato Giada Nurry dalla quale ha avuto un figlioLa moglie è attualmente incinta di un secondo bambino. 

Ad aprile 2020, la moglie Giada era stata coinvolta in un servizio de Le Iene per un presunto conflitto di interessi. La donna infatti sarebbe addetta alle vendite di mascherine per un’azienda. Da qui la questione del presunto conflitto di interessi sollevato dalla trasmissione di Italia 1 per il ruolo di ministro ricoperto da Sileri.

Pierpaolo Sileri, la carriera professionale e politica

Sileri, oltre ad essere sottosegretario, è un medico chirurgo specializzato in patologie dell’apparato digerente con innumerevoli pubblicazioni alle spalle. Nel 2013 è stato proclamato Cavaliere dell’Ordine al merito dal Presidente della Repubblica.

Accanto alla passione per la medicina, Pierpaolo Sileri ha deciso di scendere in politica. Dal 2018 è un senatore del Movimento 5 Stelle ed è Presidente della Commissione Igiene e Sanità in Senato. Suoi i provvedimenti sull’autismo e sull’istituzione della Giornata nazionale della salute. Nel corso del mandato si è distinto per avere presentato un disegno di legge per introdurre l’educazione sanitaria nelle scuole ed anche la donazione post mortem ai fini della ricerca.