Pomeriggio 5, il giornalista del Corriere: “Cogne? Il piccolo Samuele forse ucciso con un blocco di ghiaccio”

di Gianluca Pace
Pubblicato il 16 marzo 2019 14:40 | Ultimo aggiornamento: 16 marzo 2019 14:40
Pomeriggio 5, il giornalista del Corriere: "Cogne? Il piccolo Samuele forse ucciso con un blocco di ghiaccio" (foto Ansa)

Pomeriggio 5, il giornalista del Corriere: “Cogne? Il piccolo Samuele forse ucciso con un blocco di ghiaccio” (foto Ansa)

ROMA – A “Pomeriggio 5” si parla del caso Cogne e di una nuova possibile pista investigativa. “Il piccolo Samuele Lorenzi – dice il giornalista del “Corriere della Sera” Fabrizio Peronaci – potrebbe essere stato ucciso con un blocco di ghiaccio”.

“Questa nuova ipotesi investigativa – spiega il giornalista – non incide sulla vicenda giudiziaria di Annamaria Franzoni, che si è conclusa. Riguarda la realtà storica. Una fonte autorevole, ma non certa, mi ha fatto presente che il blocco di ghiaccio è stato tra le ipotesi dell’arma del delitto. Arma che avrebbe dovuto essere tagliente, ma non è mai stata trovata. Il ghiaccio dopo pochi minuti si dissolve nell’aria e potrebbe tristemente rappresentare l’arma perfetta”.

“La prima persona a intervenire – ricorda l’inviata di Barbara D’Urso – è stato il medico di fiducia di Annamaria Franzoni. Il corpo del bimbo fu spostato, forse per rianimarlo. Ma così ci fu un primo inquinamento delle prove. Annamaria potrebbe aver preso questo blocco di ghiaccio e poi averlo gettato per cancellare le prove”.

Fonte: Pomeriggio 5.