Pomeriggio 5, Lory Del Santo e la storia con Gennaro Lillio: “Non l’ho tradito”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 aprile 2019 18:45 | Ultimo aggiornamento: 9 aprile 2019 19:03
Lory Del Santo a Pomeriggio 5 e la storia con Gennaro Lillio del Gf

Pomeriggio 5, Lory Del Santo e la storia con Gennaro Lillio: “E’ un ragazzo stupendo”

ROMA – Lory Del Santo è tra gli ospiti del salotto di Barbara D’Urso a Pomeriggio 5, dove si parla molto del Grande Fratello. Tra i concorrenti del reality show ce n’è uno per lei speciale. Si tratta di Gennaro Lillio, ragazzo di Napoli con cui la Del Santo ha avuto una relazione. Proprio sulle poltrone di un talk show della D’Urso, la Del Santo aveva presentato il toyboy alla sua mamma e ora di lui dice: “E’ un ragazzo stupendo”.

Lory incalzata dalle domande di un altro ospite in studio, Roger Garth, parla di Gennaro: “Io posso solo parlare bene di lui è una persona meravigliosa”. Se tra loro non ha funzionato, a parte la differenza di età, il problema è stato la comunicazione: “Io amo molto parlare al telefono e invece Gennaro non aveva molto tempo. Io ero alla ricerca della mia anima gemella, con lui c’è stata una relazione si”.

La D’Urso però la incalza, parlando di un presunto tradimento di cui Gennaro si sarebbe lamentato con la conduttrice, che è anche al timone della nuova edizione del Grande Fratello. La Del Santo però ha replicato: “Le cose sono andate in questo modo, io ero qui a Mediaset, un mio conoscente mi ha chiesto un passaggio e io ho accettato. Non sapevo che lui poi avrebbe chiamato i fotografi e infatti sotto casa mi sono ritrovata i paparazzi. Lui ha cercato di baciarmi e ci sono state le foto. Ma non ho mai tradito Gennaro e non c’è stato nulla”.

A stupire ancora di più conduttrice e pubblico, sia in studio che a casa, non è stata però la fine della relazione col bel napoletano, ma una ammissione da parte di Lory e di Roger, che dopo il battibecco hanno confermato di aver avuto una amicizia “particolare”, con qualche bacio che sarebbe scappato, anche se lei parla di un amore “superplatonico”.