Pomeriggio 5, mamma della bimba picchiata a Genzano: “Lo odio, gli sputerei in faccia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Febbraio 2019 19:14 | Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio 2019 19:14
Bimba picchiata a Genzano, mamma Sara parla a Pomeriggio 5

Pomeriggio 5, mamma della bimba picchiata a Genzano: “Lo odio, gli sputerei in faccia”

ROMA – Sara, la giovane mamma della bimba di 22 mesi picchiata dal compagno a Genzano, è stata ospite di Barbara D’Urso a Pomeriggio 5. “Lo odio, gli sputerei in faccia. Deve pagare finché non muore”,  ha detto Sara nel salotto della D’Urso, che davanti al racconto della giovane mamma si è inevitabilmente commossa. 

Una lunga intervista quella della conduttrice di Pomeriggio 5 a Sara, che ha raccontato gli attimi drammatici prima di ritrovare la figlia piena di lividi, perché picchiata dal compagno Federico Zeoli: “Arrivati in ospedale hanno spogliato mia figlia e hanno visto i lividi sul suo corpo. Era tutta verde, piena di morsi ed ematomi: si sono girati verso di me e mi hanno chiesto cosa fosse successo. Io ho riferito la versione che mi aveva riferito lui, ovvero che lei si era svegliata e le aveva dato un bicchiere d’acqua”.

Solo quando i militari sono arrivati a casa della donna per fermare il compagno, lui ha confessato: “La bambina piangeva troppo, non ce la facevo più a sentirla. Così l’ho picchiata fino a che non ha smesso di respirare”. Un racconto agghiacciante e Sara spiega alla D’Urso: “Non era mai stato aggressivo con loro e con me. Non ha mai alzato la voce. Ai miei occhi era una persona che ci voleva bene e in questi 2 mesi, non aveva mai dato un accenno di violenza. Altrimenti non gliel’avrei mai lasciate in mano”.

La donna ha spiegato che avrebbe dovuto sposarsi col compagno ad aprile, ma di non riuscire a perdonarlo anche se lo ama ancora e sa che lui è malato: “Quelle sono le mie bambine, il mio sangue. E lui non doveva farlo. I bambini non si toccano! Da allora non l’ho visto più  ma se lo avessi avuto vicino gli avrei sputato in faccia! Se ha problemi, perché sicuramente ce li ha, si sfogasse con altri. Deve pagare, giorno dopo giorno, finché non muore e io non lo perdonerò mai e deve marcire la dentro. Provo per lui odio e schifo!”.

Poi si è lamentata dei media e dell’immagine che stanno dando di lei: “Purtroppo mi stanno facendo passare per la persona cattiva che non sono. Ho un passato un po’ così, ma ho sempre fatto tutto per il loro meglio. In queste ore mi stanno arrivando messaggi, sul telefono e su Facebook, nei quali mi dicono che sono cattiva e che non sono degna di essere madre. Io smentisco tutto quanto detto dai giornali, perché le mie figlie le amo più della mia vita. Ho combattuto per averle e per crescere. E combatterò per far capire a tutti che non sono quella che dicono”.