Povia a Vieni da Me: “Amo le pulizie, sono un gay mancato”. Vladimir Luxuria lo accusa, lui ci scrive una canzone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Maggio 2020 8:51 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2020 8:51
Povia a Vieni da Me: "Amo le pulizie, sono un gay mancato". Vladimir Luxuria lo accusa, lui ci scrive una canzone

Povia a Vieni da Me: “Amo le pulizie, sono un gay mancato”. Vladimir Luxuria lo accusa, lui ci scrive una canzone

ROMA – Povia, ospite di Caterina Balivo a Vieni da me, si è reso protagonista di una battuta che ha sollevato un ampio dibattito sul web.

Sono fissato con le pulizie, un gay mancato” è la frase pronunciata in collegamento dal cantante.

Frase che lo ha fatto nuovamente finire al centro di accuse di omofobia.

Lui però non ha dato peso a queste accuse tanto da ironizzare su Instagram con una canzone dal titolo “Sono un gay mancato”.

Una delle prime accusatrici è stata Vladimir Luxuria che su Twitter ha scritto:

“Povia ha detto da Vieni da me Rai che si sente un “gay mancato” perché amava fare le pulizie di casa.

Un uomo non smette di essere tale se collabora in casa e non è dedito solo alla clava.

Un’idea del maschio cavernicolo tipico di chi è un “cervello mancato e poco aggiornato””.

Povia, come detto, ha detto la sua sulle polemiche:

“Comunque Amo fare le pulizie e … si.. sono un gay mancato.

Ciao fanciulli, torniamo al disco ‘imperfetto'”.

Era stato con un altro brano che Povia aveva fatto discutere per la prima volta: parliamo ovviamente di “Luca era gay”, controverso pezzo presentato al Festival di Sanremo 2009 che raccontava di un ragazzo “divenuto” etero dopo una serie di esperienze omosessuali”. (fonte VIENI DA ME)

In questo articolo parliamo anche di: