Anna Maria Tarantola è il nuovo presidente della Rai

Pubblicato il 12 luglio 2012 15:13 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2012 16:07
Anna Maria Tarantola

Anna Maria Tarantola (Foto LaPresse)

ROMA – Anna Maria Tarantola è il nuovo presidente della Rai. Alla fine il voto della maggioranza di due terzi della Commissione di vigilanza è arrivato. I voti favorevoli sono stati 31, 4 in più dei 27 necessari, una scheda nulla, due bianche e sei assenti.

Nei giorni scorsi il consiglio di amministrazione della Rai aveva accolto l’indicazione del presidente del Consiglio Monti designando Tarantola, ex vice-direttore di Bankitalia, presidente. Mancava solo la ratifica, arrivata il12 luglio in Commissione.

Anna Maria Tarantola è il terzo presidente Rai donna dopo Letizia Moratti e Lucia Annunziata.

Bersani contro il Pdl. Sulla questione Rai è intervenuto il segretario del Partito Democratico Pierluigi Bersani:  ”Mentre la gente sta vivendo i problemi che abbiamo, ho visto che l’intero gruppo dirigente del Pdl è stato ricevuto a Palazzo Chigi per discutere di Rai. Se Il Pdl ritiene di essere il padrone della Rai, vorrà dire che il canone lo pagherà lui”.

Bersani è così tornato nel merito della questione che ha fatto sì che ci volesse tanto tempo per nominare il presidente della Rai, per l’opposizione del Pdl. In particolare il Popolo della Libertà rivendica la centralità del cda, espressione dei partiti, nella gestione aziendale.

Chi è Anna Maria Tarantola. Nata a Casalpusterlengo (Lodi) il 3 febbraio 1945, Anna Maria Tarantola è sposata e ha due figlie. Nel 1969 si è laureata in Economia e Commercio all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (dove ha anche insegnato) con una tesi dal titolo ‘Teorie neoclassiche e Keynesiane di fronte ai problemi monetari internazionali’ e prosegue gli studi come ricercatore presso la London School of Economics per il conseguimento del titolo di Master of Philosophy in Economics.

Nel 1971 arriva a Palazzo Koch, assunta all’Ufficio Vigilanza I della Sede di Milano. Nominata nel 1996 Direttore della Succursale di Varese, nel 1998 è alla Sede di Milano come titolare della Direzione Intermedia di Vigilanza-Cambi.

Dal 2002 al settembre 2005 è direttore della Filiale di Brescia. Successivamente, della Sede di Bologna. Nell’aprile 2006 è nominata Funzionario generale preposto all’Area Bilancio e controllo con la qualifica di Ragioniere generale. Nel febbraio 2007 assume la carica di Funzionario generale preposto all’Area Vigilanza bancaria e finanziaria, mantenendo ad interim la sovrintendenza dell’Area Bilancio e controllo fino al luglio 2008.

Nel corso della carriera ha svolto numerosi incarichi sia in Italia sia all’estero, rappresentando la Banca in diversi comitati come il Banking Supervision Committee, il Comitato di Sicurezza Finanziaria, il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.