Rai, Garimberti: “Ho chiesto a Monti di cambiare la governance”

Pubblicato il 29 Febbraio 2012 18:05 | Ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2012 18:12

ROMA – ''I miei tre anni alla presidenza sono stati intensi e hanno confermato che con questa governance non si va avanti. L'ho detto a Monti, incontrandolo a Palazzo Chigi''. Lo ha affermato il presidente Rai, Paolo Garimberti, in commissione di Vigilanza.

''L'ingovernabilita' della Rai e' la sintesi di un concetto molto piu' vasto che voi non potete non prendere in considerazione – ha proseguito Garimberti -. Il punto non e' nel numero dei consiglieri, ma sono i poteri di presidente, cda e dg e il modo in cui interagiscono tra loro''.

''Nell'incontro con Monti, in cui c'erano Passera e Grilli, ho spiegato che chiedevo di cambiare governance non per me, ma per chi verra' dopo di me che si ritrovera' nella stessa condizione – ha detto inoltre Garimberti -. Il fatto stesso che il cda si debba riunire ogni settimana e' una profonda anomalia. Tutto cio' che eccede i 2,5 milioni di euro deve passare dal cda ed oggi questa e' una cifra ridicola che costringe il dg a preparare carte su carte da portare in consiglio''.

''Penso che con la governance attuale – ha ribadito Garimberti -, non per i criteri di nomina, ma per la configurazione di poteri e contropoteri dei suoi organi diregenziali, nel day-by-day la Rai sia impossibile da governare''.