Rai, Masi: “2010 si chiuderà con squilibrio di 115-118 milioni di euro”

Pubblicato il 5 Novembre 2010 18:16 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2010 19:03

Mauro Masi

”Il 2010 si chiuderà con uno squilibrio che oscilla tra i 115 e i 118 milioni di euro: uno squilibrio importante che può essere gestito da un’azienda sana e forte come la Rai”. Lo dichiara il direttore generale della Rai, Mauro Masi, ospite questa sera a Tg2-Puntodivista (in onda alle 23,20 su Raidue).

In merito ai tagli annunciati ieri in cda il dg spiega: ”Quello che stiamo realizzando è un piano industriale condiviso in maniera unanime dal Consiglio di amministrazione che prevede, con le sole forze Rai, di portare il bilancio in pareggio entro il 2012 affrontando per la prima volta in maniera concreta i problemi strutturali che si sono accavallati in Rai in decenni di trascuratezza”.

Nell’intervista, di cui e’ stata anticipata una sintesi, Masi risponde anche in merito al voto di sfiducia indetto dall’Usigrai contro di lui: ”Nei momenti di maggior tensione – dice – cerco di essere il piu’ lucido possibile. Sono convinto delle cose che stiamo facendo. Rispetto la posizione di tutti, pero’ abbiamo due obiettivi: il risanamento dei conti aziendali e rendere la Rai il piu’ pluralista possibile”.