Reality, Luca Ward: “Andrebbero chiusi tutti. Rischiai di rimanere paralizzato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Marzo 2015 13:58 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2015 14:18
Reality, Luca Ward: "Andrebbero chiusi tutti. Rischiai di rimanere paralizzato"

Luca Ward

ROMA – Dopo la tragedia con l’incidente in elicottero nel reality francese, Dropped, Luca Ward, attore e doppiatore, torna alla sua esperienza all’Isola dei Famosi. “Non ci sono – ha parlato Ward in un’intervista a Repubblica – altre considerazioni da fare. La gente ha voglia di evadere? Lo capisco, visto il momento che stiamo vivendo: ma si guardasse una fiction”. Per Ward l’esperienza all’Isola fu segnata da un brutto incidente (si fratturò osso sacro e coccige dopo il lancio dall’elicottero sbagliato sul fondale basso).

“Perché i reality non hanno senso, e possono essere molto pericolosi. Io ho vissuto la grande paura sulla mia pelle. E sono istruttore subacqueo, sono uno sportivo, conosco il mare. Mi hanno fatto lanciare dall’elicottero, ma il fondale era troppo basso: non avevano tenuto conto della bassa marea. Avevano fatto una prova ore e ore prima. Meno male che mi ero tuffato in modo scomposto, se mi fossi buttato a candela non sarei mai più rimasto in piedi (…) Ho incrociato le braccia per indicare al pilota dell’elicottero, che era un pilota militare e ha capito il segnale, di spostarsi prima di far tuffare gli altri concorrenti. Non è un gioco, la sicurezza è la prima cosa”.