Renato Brunetta, Codacons ed Equitalia contro Fabio Fazio e Maradona

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Ottobre 2013 20:35 | Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2013 8:24
Renato Brunetta, Codacons ed Equitalia contro Fabio Fazio e Maradona

Fabio Fazio e Maradona (Foto Lapresse)

ROMA – Maradona da Fabio Fazio, fuoco incrociato sulla puntata di “Che tempo che fa” di domenica sera. Renato Brunetta e il Codacons attaccano il conduttore di Rai Tre, Equitalia se la prende con l’ex calciatore per il suo gesto dell’ombrello. E alla fine i due diretti interessati rispondono: “Il gesto dell’ombrello si poteva evitare”, dice Fazio. “Mai stato evasore”, si giustifica Maradona. Ma ormai il caso è aperto.

Le prime critiche erano arrivate dal viceministro dell’Economia, Stefano Fassina, che aveva bollato come “miserabile” il gesto dell’ombrello di Maradona. Poi quelle del capogruppo del Pdl Renato Brunetta, che aveva già polemizzato con Fazio sui compensi Rai nella puntata precedente del programma ed aveva detto: Maradona ha sbagliato ma Fabio Fazio ha fatto peggio“. In giornata si erano aggiunte quelle del Codacons e  di Equitalia. L’associazione dei consumatori aveva chiesto che il comportamento di Fazio e la Rai fossero sanzionati, Equitalia aveva notato che ”è assurdo che si possa consentire a Maradona di fare il gesto dell’ombrello in una tv pubblica pagata da tutti quei contribuenti che non evadono il fisco pagando il canone Rai”. 

In serata la replica dello stesso conduttore: ”Durante la puntata di domenica ho ritenuto doveroso porre la questione Maradona-Fisco che in questi giorni non era ancora stata affrontata. ‘Trovo positivo il fatto che Maradona non si sia sottratto alla domanda e che anzi abbia dichiarato, non solo di non volere sfuggire, ma di volere andare finalmente in fondo alla vicenda; intenzione ribadita persino dopo il gesto dell’ombrello che certamente si poteva evitare”.