Rita Dalla Chiesa e il festival di Yulin: “È peccato mortale volere l’estinzione del popolo cinese?”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Giugno 2020 9:32 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2020 9:32
Rita Dalla Chiesa in una foto Ansa

Rita Dalla Chiesa e il festival di Yulin: “È peccato mortale volere l’estinzione del popolo cinese?” (foto Ansa)

ROMA – Rita Dalla Chiesa legge del festival della carne di cane a Yulin e si sfoga sui social:

“È peccato mortale volere l’estinzione del popolo cinese?”.

Rita Dalla Chiesa e le polemiche sui social

La frase dell’ex conduttrice di Forum, come ovvio, ha scatenato numerose polemiche.

“Gli indiani – scrive per esempio un utente – dovrebbero volere la stessa cosa di noi, perché mangiamo le mucche, e gli arabi lo stesso perché mangiamo i maiali.

Abbia pazienza, ma certe affermazioni sarebbe meglio evitarle. Ha visto mai un allevamento intensivo di animali che mangiamo noi? Siamo tutti colpevoli”.

“Lo è sì – scrive un altro – Tra un cane e un uomo è un filo più grave pensare di ammazzare un uomo. Comunque questa è ipocrisia occidentale.

La carne la mangiamo anche noi. E gli animali che mangiamo noi non vengono trattati con i guanti. Dunque dobbiamo solo stare zitti”.

E ancora: “Augurare l’estinzione di un miliardo e mezzo di persone (incluse donne e bambini) le sembra meno crudele di organizzare il festival della carne?”.

Insomma: a molti le parole di Rita Della Chiesa non sono piaciute.

Ovvio che augurare l’estinzione di un popolo intero non è proprio la cosa migliore del mondo. Quindi forse era normale aspettarsi una reazione non proprio felice di qualche utente. (Fonte: Twitter).