Rocco Papaleo: “La miopia mi ha insegnato a vedere il mondo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2019 19:40 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2019 19:40
rocco papaleo miopia

Rocco Papaleo: “La miopia mi ha insegnato a vedere il mondo”

ROMA – In una intervista rilasciata a Ok SaluteRocco Papaleo ha parlato del suo problema agli occhi. L’attore ha svelato che non ha ricordi nitidi del mondo vista la sua miopia. “Fin da bambino sono miope, tanto miope: non ho ricordi molto nitidi del mondo… Credo di avere ereditato la miopia da mio padre: lui era alto, con meravigliosi occhi azzurri, io invece sono basso con gli occhi verde marcio e molto più miope di lui” ha raccontato.

Difetto o risorsa, fatto sta che l’amato attore e regista ha dovuto sviluppare altri strumenti e questo problema di salute si è rivelato in realtà un’opportunità. “Mi ha permesso di sviluppare uno sguardo diverso, di usare l’immaginazione, di esprimermi con la poesia. Ho iniziato scrivendo canzoni. La prima che ho composto, “Torna a casa, foca”, l’ho cantata a Sanremo e ha fatto ballare il teatro Ariston. Alla miopia devo molto, anche se nel mio caso è davvero accentuata. Ancora oggi, nonostante gli occhiali, non riesco a mettere a fuoco distintamente gli oggetti lontani: mi mancano nove diottrie all’occhio destro e undici al sinistro, e per non farmi mancare niente sono anche presbite e un po’ astigmatico”.

Nel corso dell’intervista, Papaleo ha parlato della sua infanzia e di come il problema agli occhi ha condizionato il suo rapporto con gli altri bambini. “Fin da piccolo ho usato gli occhiali della fantasia per supplire al mio difetto: spesso mi divertivo a inventare storie plausibili e, non potendo inquadrare perfettamente la realtà, la ricostruivo con particolari dettati dalla mia mente. Ogni volto che non mettevo a fuoco poteva trasformarsi come la fantasia mi suggeriva”. (fonte OK SALUTE)

5 x 1000