Sabina Guzzanti, l’ex compagno David Riondino, il padre Paolo Guzzanti, le imitazioni più famose

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Aprile 2021 13:39 | Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2021 13:39
Sabina Guzzanti, l'ex compagno David Riondino, il padre Paolo Guzzanti, le imitazioni

Sabina Guzzanti, l’ex compagno David Riondino, il padre Paolo Guzzanti, le imitazioni (Ansa)

Sabina Guzzanti è l’ospite di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno, su Rai Uno. Ma chi è Sabina Guzzanti? Chi è la figlia di Paolo Guzzanti?

Chi è Sabina Guzzanti, il padre Paolo, le imitazioni più famose

Nata a Roma il 25 luglio del 1963, sotto il segno zodiacale del Leone, Sabina Guzzanti è una imitatrice, comica, cabarettista, attrice, autrice e conduttrice televisiva e regista. Suo padre è il giornalista e politico Paolo Guzzanti, i fratelli sono Caterina e Corrado Guzzanti, anche loro attori comici. 

L’esordio in tv di Sabina Guzzanti risale al 1987, con il programma Proffimamente non stop di Enzo Trapani, su Rai 1. Nel 1988 partecipa a Matrjoska, programma censurato e quindi trasformato ne L’araba fenice, di Antonio Ricci, su Italia 1. 

La notorierà arriva però con La tv delle ragazze, negli anni Novanta, e altri programmi presentati da Serena Dandini, come Avanzi e Tunnel. Sabina Guzzanti inizia ad essere nota per le imitazioni di  Moana Pozzi, Massimo D’Alema e Silvio Berlusconi.

Nel 1995 partecipa al Festival di Sanremo con il brano Troppo sole con La Riserva Indiana, gruppo variegato di artisti e politici che comprendeva Sandro Curzi, Nichi Vendola, Antonio Ricci, Mario Capanna, Daria Bignardi, Ermete Realacci, Chicco Testa, David Riondino, Paolo Pietrangeli e Milo Manara. In tv compare intanto nel Pippo Chennedy Show, La Posta del Cuore e L’ottavo nano. 

Dopo una pausa torna in tv nel 2003 con Raiot – Armi di distrazione di massa. La prima puntata le costa una querela da Mediaset per “gravissime menzogne e insinuazioni”. La Rai sospende la trasmissione.

La querela è stata poi archiviata dalla magistratura che ha giudicato infondate le accuse di Mediaset, in quanto i fatti raccontati erano veri. Da allora, però, Sabina Guzzanti è apparsa sempre meno in tv. 

Sabina Guzzanti e il cinema

Al cinema è apparsa ne I cammelli (1988), Troppo sole (1994), Cuba Libre – Velocipedi ai tropici (1997), Donna selvaggia (1998). Nel 2002 dirige il suo primo lungometraggio, Bimba – È clonata una stella, prodotto e distribuito dalla Medusa Film.

Nel 2005 produce, scrive e dirige il film-documentario Viva Zapatero!. Due anni dopo presenta alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia il suo secondo lungometraggio, Le ragioni dell’aragosta. Nel 2010 esce Draquila – L’Italia che trema, di cui è autrice, regista e produttrice. Nel 2014 porta al cinema con La trattativa. Nel 2015 crea una nuova webserie satirica: TG PORCO: Informazione e Vendetta.

Sabina Guzzanti: marito, compagno, vita privata

Poco si sa, invece, della vita privata di Sabina Guzzanti. Per un periodo della sua vita è stata legata all’attore, regista e scrittore David Riondino.