Sandro Mayer, il ricordo di Milly Carlucci: “Un affettuoso e amorevole compagno di vita”

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 dicembre 2018 18:08 | Ultimo aggiornamento: 1 dicembre 2018 21:55
Sandro Mayer Milly Carlucci

Sandro Mayer, il ricordo di Milly Carlucci: “Sei stato un compagno di vita”

ROMA – Sandro Mayer è morto a Roma all’età di 77 anni. Il giornalista era un volto familiare della tv ed era direttore, da molti anni, del settimanale DiPiù e DiPiùtv del gruppo Cairo.

Mayer ha partecipato anche a Ballando con le Stelle, lo show di Milly Carlucci su RaiUno. Qui, sarebbe tornato anche nella prossima edizione, quella che partirà dal prossimo 9 marzo 2019. E a ricordarlo con un tweet molto affettuoso è proprio la conduttrice che su Twitter scrive: “Caro Sandro, sei stato il fratello saggio, un consigliere, un affettuoso, amorevole e prezioso compagno di viaggio e di vita”.

A Ballando con le stelle, oltre a giudicare i concorrenti seduto su un trono dorato, Mayer si lanciava in balli sfrenati. In trasmissione era molto amato e per questo ha ricevuto tanti messaggi anche dai giurati di Ballando. Selvaggia Lucarelli lo ricorda così: “È morto un amico e l’ultimo vero direttore/manager rimasto”.

Carolyn Smith invece commenta: “Sono senza parole. Accogliere la notizia che è mancato un amico e un volto storico di Ballando con le Stelle e un grande giornalista di Di Più mi ha sconvolto. RIP Sandro. Ivan Zazzaroni scrive: “Addio, Sandro. Addio alla tua educazione, alla tua gentilezza, al tuo amore per il lavoro, a quel modo tutto #Mayer di sottolineare i sentimenti, alla tua leggerezza, anche alle “sorprese” per le quali ti prendevamo in giro. Mancherai a me e alla squadra”.

Parole di affetto anche da Simona Ventura:”Nessuno come Sandro Mayer ha saputo, in questi anni, raccontare il nostro Paese. Dissacrante e profondamente cattolico, ironico, intellettuale e includente, ha sempre precorso i tempi. Caro Direttore, ci mancherai!”.

Il ricordo più bello è però quello di Milly Carlucci su Twitter che scrive: “Caro Sandro, sei stato il fratello saggio, un consigliere, un affettuoso, amorevole e prezioso compagno di viaggio e di vita. Non riesco a crederci. Mi hai spezzato il cuore. Il mio affetto e la mia stima per te non finiranno mai”.